venerdì 4 gennaio 2013

Recensione: WIHT "The Harrowing of the North"
Lp - uscita febbraio 2013 - devouter records




Questo è un disco che crea dipendenza vera, come succede quando l'ago caldo viola il tessuto della pelle... L'entrata del liquido bollente è istantanea ma l'effetto brucia in vena lentamente, fluisce, fino a raggiungere le valvole d'accesso al cervello. Chimicamente letali gli inglesi WIHT (un trio nato nel 2009 e con sede a Leeds) si insinuano nel corpo per cancellare il vostro sterile sistema immunitario, lasciandovi soli e privi di sensi... Nemmeno il più potente sedativo potrà darvi la pace interiore e questo veleno musicale vi costringerà a subire colpi duri tenendovi lontano da possibili accenni di reazione. Post/sludge metafisico con marcati elementi psycho che danno ventre alla dirompente ascesa dei tre lunghi brani. "The Harrowing of the North" è un mostro ben arrangiato che brama di conoscere la vostra sofferenza, e ostile si amplifica in prossimità della sua immensa coerenza stilistica. La prima versione del disco uscì nel 2011 e conteneva solo due canzoni: "The Harrowing of the North" e "Orderic Vitail" per trentatre minuti di musica, mentre per questa ristampa su vinile colorato curata da Devouter Records si è voluto aggiungere l'oscura "End of the Reign" una bonus track di nove minuti. Da precisare che i Wiht hanno anche intrapreso una buona attività live che li ha portati a condividere vari show con Yob, Corrosion of Conformity, Humanfly, Khuda, Dopefight, A Forest of Stars and Conan... "The Harrowing of the North" colpisce nel segno. Ottimo! Disponibile dal 4 febbraio 2013.

Contatti: devouterrecords.co.uk

"THE HARROWING OF THE NORTH" TRACKLIST: The Harrowing of the North, Orderic Vitail, End of the Reign.


Nessun commento:

Posta un commento