sabato 26 gennaio 2013

Recensione: JARUN "Wziemiozstąpienie"
cd 2012 - autoprodotto




Black Metal pagano dalle tinte folk per i polacchi JARUN (nati nel 2007). Con questo "Wziemiozstąpienie" hanno dato alle stampe un album che è sicuramente ben strutturato e suonato, un lavoro che risente di una personalità progressiva molto spiccata. I pezzi sono vari e articolati, originali nella loro particolare forma, caratteristiche che danno luce alla proposta dei Jarun. La band attraverso otto composizioni evidenzia tutta la propria personalità e perizia tecnica: un prodotto raffinato e particolare. Ci tengo a sottolineare che il valore musicale si denota anche quando il gruppo si lascia andare su momenti acustici e riflessivi, emozioni che portano alla mente i migliori Led Zeppelin. La cosa che mi colpisce dei Jarun è che non sono monotoni o prevedibili e tutto ciò li differenzia dalle altre band coinvolte in questo genere. Ho apprezzato molto la bravura di questi musicisti ed è inutile stare qui a menzionare un pezzo piuttosto che un altro, sono tutti molto validi e ben arrangiati. Un album davvero bello!

Contatti: facebook.com/jarunband

"WZIEMIOZSTAPIENIE" TRACKLIST: Wziemiozstąpienie, Deszcz, Prawdy Ulotne, Przebudzenie, Niech Moje Słowa Będą Ogniem, Powrót, Zamieć, I Znowu Zima...


Nessun commento:

Posta un commento