giovedì 24 gennaio 2013

Intervista: CENTURIAN - "Nessuna Ultima Verità"






DOPO 11 ANNI DI SILENZIO RITORNANO GLI OLANDESI CENTURIAN. BAND STORICA DELLA SCENA DEATH METAL EUROPEA CHE, INSIEME A DIVERSI ALTRI GRUPPI, MOVIMENTARONO L'UNDERGROUND ESTREMO, ALLA FINE DEI '90, CON UN SOUND DEVASTANTE PER INTENSITA' E PESANTEZZA. ORA RIEMERGONO CON "CONTRA RATIONEM" PER RADERE AL SUOLO OGNI COSA. E' LA LISTENABLE RECORDS A PUBBLICARE QUESTO DISCO ASSOLUTAMENTE ISPIRATO E OSCURO. HO CHIACCHIERATO CON IL CHITARRISTA ROB OORTHUIS. RINGRAZIO STEFFIE GIROT DELL'ETICHETTA FRANCESE PER AVERMI FATTO DA TRAMITE CON LA BAND.

1. Vorrei iniziare questa intervista chiedendoti cosa ha causato lo scioglimento del gruppo nel 2002?

- Alcuni dei membri della band non andavano d'accordo e le cose andarono a finire male al nostro ultimo concerto, da qualche parte nel 2002. Quella notte il batterista smise di suonare e decisi di concentrarmi sui Nox. I Centurian si separano, "fucked up and buried".

2. Il nuovo album esce il 28 gennaio 2013 e si chiama "Contra Rationem". Che significato date a questo titolo?

- "Contra Rationem" significa: "Contro Ogni Discorso". E' la via dell'individualista, nessuna verità rispetto a tutti gli altri. Non credere a niente, osare in tutto!

3. Il nuovo lavoro è sicuramente più intenso, più veloce, e più arrabbiato di qualsiasi altro album dei Centurian. Sei d'accordo?

- Penso che siamo più controllati, più consapevoli delle nostre capacità e in fondo più convinti che mai. L'attacco è più preciso e ovviamente questo si sente nella musica.

4. Come mai la produzione dell'album è andata in questa direzione? Puoi descriverci il processo che avete attraversato questa volta?

- Questa volta ho fatto delle semplici demo con le chitarre e i drum patterns di base delle canzoni complete, e questo ci ha risparmiato un sacco di problemi di comunicazione. Seth ed io abbiamo provato i pezzi per verificare se il "lavoro" sulle canzoni equivaleva al modo in cui le avevamo scritte. Qua e là abbiamo fatto aggiustamenti. Eravamo molto concentrati sulla chiarezza dei brani, sia musicalmente che sul lato sonoro. Nel frattempo ho scritto i testi, in modo che Seth poteva già fare la maggior parte delle linee vocali. Quando la musica è stata completata abbiamo realizzato delle nuove demo includendo le voci. Dopo di ciò, abbiamo passato tutto a Patrick e Niels per dargli modo di lavorare sulle loro parti. Questa volta non abbiamo fatto molte prove, ci siamo preparati in modo efficiente a casa, ed è stato un lavoro molto comodo. Abbiamo registrato l'album presso il "Temporary Art Centre', che è un vecchio edificio di Eindhoven, dove vengono eseguiti tutti i tipi di arte. Lì un nostro amico ha una "rehearsal room" con apparecchiature professionali, il "We Are Music Junkies Studio". E' bello e trasandato, a basso costo, ed è totalmente il contrario della comune "fascia alta". Avevamo a disposizione un arco di tempo buono per le registrazioni, l'atmosfera creativa era molto rilassata e senza nessuna pressione.
Il nostro tecnico del suono Gail Liebling ha fatto il mixaggio e il mastering. Era un'esperienza nuova per lui, (non per il fatto di creare un mix "perfetto"), così, in un primo momento, abbiamo lavorato per capire come bilanciare le idee di entrambe le parti. Come al solito, non abbiamo usato un metronomo, e questo lo ha sorpreso, esclamando: "so there is no grit?" Un sacco di band registrano con un metronomo, in modo da poter copiare/incollare le parti di musica registrata su una grana costante e naturalmente per correggere gli errori. Credo che questo modo di registrazione uccide la sensazione e il carattere di una band. Quando noi registriamo la batteria, io suono una "guida" di chitarra, per cui vi è una interazione reale. Quello che abbiamo ottenuto, è una performace, registrazione old-school (non c'è nulla di falso, la maggior parte delle canzoni sono state registrate a primo colpo), con un suono che ha la qualità dei giorni nostri. Gail ha fatto un lavoro stellare!



5. Che cosa è cambiato nella band dalla pubblicazione dell'ultimo album? Il nuovo sembra molto organico! Come descriveresti il suono/stile di "Contra Rationem"?

- "Choronzonic Chaos Gods" e "Of Purest Fire" sono stati registrati completamente in analogico, il che era fantastico, ma ha comportato un sacco di lavoro di mixaggio. "Liber Zarzax" è stata la nostra prima registrazione digitale e in effetti suona digitale, nonostante il fatto che abbiamo fatto del nostro meglio per tenerla naturale. Anche "Contra Rationem" è stato registrato in digitale, ma non abbiamo abusato degli strumenti digitali al fine di evitare che il suono fosse terribilmente sterile. Le nostre capacità come musicisti sono migliorate molto, il che rende la musica migliore e più facile da mixare correttamente. Il suono di "Contra Rationem" è quello che si ottiene da uno spettacolo dal vivo, crudo e grezzo.

6. I Centurian sono sempre stati conosciuti per essere più o meno vicini a tematiche anti-cristiane... Quali sono le vostre convinzioni filosofiche?

- Non ho una filosofia particolare, vivo la mia, ho semplicemente usato il mio buon senso e l'istinto. Per me, tutto è caos, non ci può essere nessuna ultima verità. Nella mia vita non c'è spazio per i codici e valori diversi dai miei. Credo di essere in combutta con un mondo spirituale illimitato dove ho la mia visione e la mia creatività, inoltre, mi piace vivere la mia vita in modo produttivo, assumermi la responsabilità delle mie azioni. Niente di più.

7. Da dove arriva la vostra ispirazione per le liriche?

- Vediamo la realtà dal punto di vista opposto.

8. Pensi sia facile essere creativi con il Death Metal?

- Penso che sia facile essere creativi con qualsiasi tipo di musica, è tutta una questione di rimanere in contatto con se stessi e non essere inghiottiti da "impegni sociali" e "carriera".

9. Seconde te il Death Metal è destinato a crescere ancora?

- Per essere onesti, non seguo quello che sta succedendo. Semplicemente faccio la musica che mi piace fare, non importa d'altro.



10. Quali gruppi ti piacciono?

- Amo i PORTAL dall'Australia.

11. Quali band vi hanno influenzato? Per quanto riguarda ciò che mettete all'interno del vostro sound...

- Per lo più Morbid Angel, che sono divertenti, li ho ascoltati fino alla noia, fino a quando ho iniziato a suonare la chitarra nel 1992. Ho scoperto che le canzoni dei Morbid Angel sono composizioni reali, i loro pezzi sono molto pensati. I Deicide, naturalmente, sono un'influenza, continuo a pensare che "Legion" sia il disco più aggressivo mai fatto nel death metal. Al momento, sono influenzato da compositori classici moderni olandesi della prima metà del 20° secolo.

12. Com'è essere sulla Listenable Records?

- La Listenable è una buona etichetta per noi, abbiamo un buon contatto con Laurent Merle. Lui ci vuole davvero, si è sforzato di capire e ascoltare la band.

13. Quali sono i tuoi progetti per questo 2013?

- Spettacoli memorabili con band interessanti. Ho anche iniziato a scrivere un nuovo full-length. Non ci saranno altri 11 anni di attesa per un nuovo album dei Centurian. Inoltre sto lavorando sulla mia fotografia. Mi piacerebbe tenere sempre autentiche le nostre releases . Il più possibile. Per "Contra Rationem" , non ci sono altre parti in causa, i fans otterranno la nostra arte, non di qualcun altro.



CONTATTI: centurian333.com - listenable.net

CENTURIAN line-up:

Niels Adams - Vocals
Rob Oorthuis - Guitars
Patrick Boleij - Bass
Seth Van De Loo - Drums

RECENSIONE:
CENTURIAN "Contra Rationem" cd 2013 - listenable records



Nessun commento:

Posta un commento