venerdì 18 gennaio 2013

Recensione: SITUS MAGUS "Le Grand Oeuvre"
cd 2012 - avantgarde music




Le litanie più maligne sembrano seguire la strada dei francesi SITUS MAGUS, una band che tratteggia il suo cammino con distorsioni infestate dall'oscuro sentire. Tutte le tetre divaricazioni asfissianti a cui ci sottopongono richiamano gli aloni di certe sonorità figlie dei Deathspell Omega o Blut Aus Nord, vortici che inghiottono la nostra mente con acidi contrasti ruggenti, attacchi sferraglianti, epocali nella loro malignità. Non c'è respiro in questo ossessivo fermento claustrofobico! I brani del debut "Le Grand Oeuvre" sono il monumento di un'oscura volontà destinata ad abbattere ogni forma di vita esistente, una musica alimentata da anime inquiete che evocano un'atmosfera straziante, una liturgia fatta di ossa e carne morente. Cavalcare questo cavallo oscuro significa raggiungere una sola destinazione: L'ALDILA'! Non fate l'errore di ignorarli. Neri come la pece!

Contatti: avantgardemusic.com - metal-archives.com/bands/Situs_Magus/more

"LE GRAND OEUVRE" TRACKLIST: Intro, Oeuvre Au Noir, Oeuvre Au Blanc, Oeuvre Au Jaune, Oeuvre Au Rouge.


Nessun commento:

Posta un commento