sabato 19 gennaio 2013

Recensione: PRIMITIVE MAN "Scorn"
12" LP 2013 - throatruiner records | mordgrimm records




In ogni fottuto giorno che passa l'individuo è in continua lotta con se stesso e con idee ossessive che lo assediano, in ogni essere umano è presente una paura profonda irragionevole ed incontrollabile legata ad alcune situazioni specifiche della sua vita. Ogni giorno l'uomo si trova in una situazione conflittuale per cui da un lato ha un bisogno estremo di interiorizzare e annullarsi, dall'altro un desiderio di espellere e sputare il male. E' impresa curativa quando riesce ad esprimerlo e soddisfarlo più che reprimerlo. Il bisogno troverà allora espressione nel sintomo isterico, ossia in un disturbo costante causato da danni reali all’organismo. Per comprendere veramente il significato di malattia mentale dobbiamo partire da un album come "Scorn" degli americani PRIMITIVE MAN provenienti da Denver (nei quali è coinvolto Ethan McCarthy dei grinders Clinging to the Trees of a Forest Fire ). Una band disumana che uccide il nostro cefalico per prenderne il posto! Esistono dei canoni ben precisi sulla cui base è possibile capire comportamenti anormali o devianti... In questo caso non è proprio possibile prevederli! Su questo disco assistiamo ad una mattanza spietata e siamo vittime indifese di una violenza che si espande nelle sue innumerevoli manifestazioni sonore! Nei luoghi oscuri colpevole ed innocente si legano assieme diabolicamente. L’assassino e la vittima sono legati da un destino comune che li porterà all'auto-distruzione. Questo è sludge doom corrosivo che si annida nel vostro ventre come un carcinoma maligno. UNA BAND LETALE! AWESOME! L'album esce il 23 Gennaio 2013.

Contatti primitivemandoom.bandcamp.com

"SCORN" TRACKLIST: Scorn, Rags, I can't forget, Antietam, Black Smoke, Stretched Thin, Astral Sleep.


Nessun commento:

Posta un commento