domenica 6 gennaio 2013

Recensione: URO "Uro"
cd 2013 - autoprodotto




Si capisce subito quando in alcuni corpi passa quell'energia sovrana che dà la misura dell'elevatezza di un'anima, per qualsiasi strato/stato emotivo, che sia permanente, mutevole o instabile... Ci sono emozioni vere, accusate, sentite, vissute, sofferte... Vibrazioni dalle quali non si può scappare se si vuole sopravvivere, sensazioni viscerali/sanguigne che in qualche modo, in qualunque circostanza, sono indispensabili per salvarti la vita... Sublimi note musicali in grado di sedurre facilmente, velocemente... Spostamenti sonori che inizialmente si modellano nel calore del corpo per poi manifestarsi e dar voce all'ampiezza notturna dell'inconscio. E' inevitabile che al loro sguardo magnetico nessuno potrà resistere. Ma quella è una percezione silenziosa, che non utilizza la parola per fuoriuscire, la si percepisce solo attraverso l'inedita sensibilità dell'udito e quando questo flusso risuona come un'eco pulsante, l'anima approva la sua entrata e fa si che chi ascolta possa sussultare di estasi infinita. Agli URO per raggiungere questi stati di "trance" non occorrono né sforzi, né imposizioni; si lasciano andare ad una istintiva jam session, interagiscono concretamente con il solo senso telepatico di cui sono forniti. Questi musicisti sono dispensatori di emotività e finiranno sempre per lasciarvi completamente storditi mentre vi travolgeranno con le loro ebbrezze intense, un modo per beneficiare di una cruda possibilità e ritornare a danzare fuori dall'involucro. Gli URO attraverso questa personale soggettività si immergono nelle acque dorate del Post Rock Strumentale per curarsi dal torpore interiore e così dare modo a noi ascoltatori di ripulire la nostra anima da un esistenzialismo coperto dalle macerie di una società vuota, decadente. Al di là di questo splendido primo album omonimo c'è solo la voglia di perdersi, annegare e addormentarsi per sempre! "Uro" è stato registrato dal grande Stefano Manca al Sudestudio (in provincia di Lecce) il 15 dicembre 2012, "dal vivo", praticamente non ci sono sovraincisioni, la band ha inciso tutto in presa diretta in un solo giorno, portando a termine il mixaggio in poche ore. Ciò vi faccia capire di quale padronanza musicale e approccio live sono muniti questi ragazzi salentini (dal vivo fanno paura!). Il disco uscirà "autoprodotto" perché attualmente non hanno un'etichetta discografica. Qualcuno si faccia avanti seriamente perché gli URO oltre ad essere una delle formazioni migliori nel loro genere (in campo nazionale e non solo...) meritano un posto di riguardo all'interno della musica Underground di spessore! IMMENSI, PERSONALI, DINAMICI & ORIGINALI.

Contatti: jorystifani@gmail.com - facebook.com/pages/URO/205323066164259

"URO" TRACKLIST: Poland&Agca, Sanguedelostia, Gramigna, Stoner, Biton.


1 commento: