giovedì 24 gennaio 2013

Recensione: NUDE "Plastic Planet"
cd 2013 - my kingdom music




Se pensate che il rock sperimentale nostrano sia cosa da poco allora inserite nel vostro lettore questo album. Non rimarrete delusi! Questa la prefazione al secondo album dei NUDE, formati da Antonio Pucciarelli ex. bassista dei napoletani Undertakers, Fabio Calluori (Heimdall) e il vocalist Tommy Capuano. I dieci brani presenti in questo "Plastic Planet" racchiudono uno spettro sonoro a dir poco elettrizzante, attraverso il quale i nostri riescono a formulare una musicalità che scorre via piacevolmente. Lasciatevi trasportare dal loro sound che punta a valorizzare new wave, elettronica, indie e gothic rock... In questo album c'è un'euforica ebbrezza provocata dalla bella sequenza nella tracklist, e fortunatamente non si ha il bisogno di dover cambiare velocemente canzone. Il songwriting del gruppo concede dei momenti esaltanti, così come la voce di Tommy Box marchia a fuoco le differenti spigolature delle architetture musicali. Quando alzano il tiro, come sulla stupenda "Down in the Garden", l'ammaliante "Neon Smile" o la più aggressiva "Shanghai Basement" viene automatico alzare il volume dello stereo. Se amate gruppi come Depeche Mode, The Cure, The Cult, Joy Division, certi Paradise Lost, sarebbe il caso di acquistare "Plastic Planet" e supportare questa formazione italiana. Talvolta, etichette come la My Kingdom Music servono proprio a dare visibilità a band che altrimenti passerebbero nel più completo anonimato. Un ritorno che non deluderà i seguaci dei Nude e i cultori di tali sonorità. Davvero bravi. "Plastic Planet" esce su cd il
4 Febbraio.

Contatti: facebook.com/plasticplanet2013

"PLASTIC PLANET" TRACKLIST: Shining Stardust, Down In The Garden, My World Today, Neon Smile, Shanghai Basement, Diesel, Old Fashion Doors, Plastic Planet, Once Upon A Time, Much Better.


LA TRACCIA DEL VIDEO RISALE AL PRECEDENTE ALBUM "CITIES AND FACES" (2001)


Nessun commento:

Posta un commento