venerdì 1 febbraio 2013

Recensione: HATE "Solarflesh"
cd 2013 - napalm records




Il nuovo lavoro degli HATE non lascia scampo! "Solarflesh" (loro decimo album) è un crescendo di violentissimo death metal: onesto, vibrante e vitale. I polacchi si dedicano con consapevole abilità e profonda passione facendo uscire dal grembo di una madre deforme i tentacoli di un mostro tenuto in vita da una dose consistente di sangue contaminato. Da queste note emergono i peggiori mali dell'esistenza, portati in musica per esorcizzarli! Gli Hate mantengono un legame forte tra death, sfumature black e toni industriali letali. Il caos di "Timeless Kingdom", "Sadness Will Last Forever" , "Endless Purity", capta la negatività, interrompendo incongruamente la continuità del reale, la musica degli Hate può provocare l'artificiale collocazione dell'ascoltatore in una condizione di estremo disagio. "Solarflesh" è un disco ispirato che rivela la tragedia umana, in sembianze inconsuete e inverosimili, ma nello stesso tempo iper-reali, irrazionali e surreali. Questi musicisti sono stati in grado di elevarsi più in alto, conservando qualcosa delle origini. Con tali caratteri, la loro musica ha la capacità di togliere il respiro al soggetto che ascolta con attenzione. Ciò che mi piace dei polacchi è la complessa fluidità di superficie, che non ha limiti, ad andare oltre la superficie stessa. Se oggi esiste una band che può viaggiare sugli stessi livelli dei Behemoth questi potrebbero essere senza ombra di dubbio gli Hate. Un album destinato a far parlare di sé. Da avere e consumare!La Limited Edition in digipack conterrà tre bonus tracks: Hatehammer, Venom, Fall of All Icons.

Contatti: hate-metal.com

"SOLARFLESH" TRACKLIST: Watchful Eye of Doom, Eternal Might, Alchemy of Blood, Timeless Kingdom, Festival of Slaves, Sadness Will Last Forever, Solarflesh, Endless Purity, Mesmerized.


Nessun commento:

Posta un commento