mercoledì 6 febbraio 2013

Recensione: AMONG GODS "Among Gods"
CD | LP 2013 - prc music




L'integrità dell'old-school death metal è un fattore fondamentale per molti musicisti dell'Underground e spesso diventa come una vera e propria religione. Ci sono gruppi come i norvegesi AMONG GODS che non curanti delle mode, dei cambiamenti periodici, vanno avanti perseverando nel loro modo di viversi e vivere la musica estrema. Scordatevi qualunque tipo di compromesso nel sound di questo album omonimo, perché qui l'unico elemento che si espone alla luce di un sole ammalato è una devozione totale a ritmiche efferate che privilegiano un mid tempo costante e potente. Non si inventa nulla su "Among Gods", al contrario, tutto il blocco è votato ad una estremizzazione che si muove nell'involuzione stessa del genere, i riff lenti e ricchi di groove sembrano messi insieme dalle divinità del passato e questo li rende praticamente inossidabili. Potranno anche non piacere a molti di voi, ma la cosa certa e che gli Among Gods si affidano alla loro passione verso tali sonorità per catapultarsi all'interno dell'attuale scena Underground. Tutte le sei canzoni si lasciano ascoltare senza problemi ma come dicevo poco fa non aspettatevi nessuna particolare sorpresa. Prendere o lasciare. Verrà pubblicato dalla PRC Music ad Aprile.

Contatti: amonggodscult@gmail.com - facebook.com/amonggods

"AMONG GODS" TRACKLIST: Crucifixion, Martyr, The Night Procession, The Plague, The City of the Dead, Apocalypse.


Nessun commento:

Posta un commento