domenica 3 febbraio 2013

Recensione: VERWUSTUNG "Tunnel Ghosts"
cd 2013 - autoprodotto




Il tunnel oscuro che ci viene concesso da Verwüstung dona la possibilità di intraprendere un viaggio solitario lungo il quale appaiono desolanti figure smarrite. La natura dell'essere e il tempo sembrano camminare insieme, per questa ragione "Tunnel Ghosts" reca stimoli totalmente astratti all'illustrazione delle proprie azioni, empiricamente vere e inevitabili. Questo album rappresenta l'esito di una prassi artificiale! Chris Broyles è capace di qualsiasi sacrificio, anche di quello della propria vita. L'occhio non vede le distanze, le orecchie non odono che espressioni di sublime perdizione... Tutto ciò che appartiene alla carne durante questo percorso si annulla, le illusioni e l'estasi si attenuano sulle vibrazioni di una chitarra smarrita nel nulla, probabilmente ciò accade perché ai sensi dell'anima si sono associati o sostituiti quelli dei demoni interiori. Un album che può spingere al limite dell'esistenza successiva; ed è precisamente su queste note a tratti soffuse e sublimi, in altre aggressive e taglienti che si desidera svanire per sempre. Questo è l'esito finale, mai prevedibile all'origine di tutto. Un incubo delirante tra black metal, doom, drone, acoustic sound... Verwüstung in questo terzo full-length travolgente con la sua assurdità. Superbo!

Contatti: vrwstng.bandcamp.com

"TUNNEL GHOSTS" TRACKLIST: Camellias In Bloom, Dancing Souls, No Haven, Holland 1945.


Nessun commento:

Posta un commento