giovedì 21 febbraio 2013

Recensione: PETRELS "Onkalo"
CD | 2xLP 2013 - denovali records




La libertà, di cui può godere un'anima, è grande, sconfinata. Questa la si può amplificare con organi indipendenti. L'anima umana è tributaria della luce, dell'aria, e subisce le forze della natura. L'aria non serve solo per respirare, ma a certi individui è necessaria per altre funzioni catartiche, una tra le tante: comporre musica unica e non codificabile, indispensabile alla vitalità dell'anima stessa. Certe anime cercano di espandersi quanto più possono e il caso dell'inglese PETRELS ne è un riflesso importante. Quando l'anima si chiude in se stessa per comporre, è meno suscettibile di subire l'influenza altrui. Essa si muove libera per spostarsi negli spazi messi a disposizione dalle note, e non avrà il bisogno di piedi per camminare. Petrels diffonde le emozioni attraverso un bagliore ambientale di grande intensità, sonorità profonde, elastiche, condizionate da tantissimi suoni elettronici che le rendono sconfinate, per certi versi vicine alle esplosioni cosmiche dei Cluster. "Onkalo" (titolo di questa seconda sua opera), suona inquietante perché tale nome non è altro che un labirinto di km di gallerie a 400 m di profondità che ospiterà le scorie radioattive finlandesi a partire dal 2020 fino al 2100 quando il deposito sarà sigillato, quindi, sono certo che quanto composto all'interno del disco sia un propellente per riflettere sull'attuale e futura condizione umana. Un mezzo indispensabile per cercare la salvezza psicologica. Un dolce incubo nella mente. Il disco uscirà il 22 Marzo.

Contatti: denovali.com

"ONKALO" TRACKLIST: Hinkley Point Balloon Release, Giulio's Throat, On The Dark Great Sea, Time Buries The Door, White And Dodger Herald The Atomic Age, Trim Tab pt.1, Trim Tab pt.2, Characterisation Level, Kindertransport.


LA TRACCIA DEL VIDEO RISALE ALL'ALBUM "HAELIGEWIELLE" (2011)


Nessun commento:

Posta un commento