mercoledì 20 febbraio 2013

Recensione: ARCHON "Ouroboros Collapsing"
CD 2013 - the path less traveled records




La realtà muore nella dimensione parallela dei newyorkesi ARCHON e in questa dissoluzione ci si abbandona sia a livello fisico che mentale.
Il disco, in forme, atteggiamenti, si solleva attraverso un immaginario completamente sconvolto, invertito, un sound così traumatico da divenire un'ossessione tragicamente inarrestabile nella sua lacerante proiezione. Qui, l'inquietudine trasforma in agonia la sua sofferenza, inglobando lo spazio surreale oltre quello reale, abolendo ogni distinzione tra le condizioni che vincolano l'esistenza. Gli Archon sono un qualcosa di terribilmente inquietante, fuggente, e sono le note stesse ad evocare le caotiche vibrazioni presenti nel loro sound. Si percepisce uno stato emotivo privo di norma predisposta, uno stato che prende volume nel miscuglio del disfacimento, ferito da una straziante violenza. Le voci di Rachel e Chris ci portano dentro una devianza espressiva marcata, carica di individualismo e potenza. "Ouroboros Collapsing" è il secondo album per questa band sludge/stoner/doom davvero particolare.

Contatti: facebook.com/archondoom - archondoom.com

"OUROBOROS COLLAPSING" TRACKLIST: Worthless, Desert Throne, God's Eye, Masks.


Nessun commento:

Posta un commento