giovedì 14 febbraio 2013

Recensione: DEUS OTIOSUS "Godless"
CD 2012 - deepsend records




Non conoscevo i danesi DEUS OTIOSUS e proprio per questo motivo ero incuriosito nel dare un attento ascolto al secondo full-length. Si, perché informandomi su internet ho notato che la band è attiva dal 2005 e ha già dato alla luce diverse pubblicazioni. "Godless" è distribuito dal Novembre 2012. Il lavoro dimostra quanto questi musicisti siano legati all'old school death metal influenzato da un riffing di chiaro stampo thrash, infatti, si potrebbero chiamare facilmente in causa Slayer o Possessed, perciò il loro trademark resta indiscutibile. Onestamente il sound dei Deus Otiosus risulta quasi sempre derivativo, anche se, come spesso accade nel genere, formalmente ineccepibile. A parte ciò "Godless" non aggiunge quasi niente ad una formula già sentita in tanti loro simili. L'album non è brutto, c'è di molto peggio nell'Underground, ma purtroppo il songwriting spesso annega nella ripetitività più stancante mentre la prevedibilità non gioca a loro favore. Vedremo cosa accadrà in futuro.

Contatti: facebook.com/deusotiosus.dk

"GODLESS" TRACKLIST: Snakes of the Low, In Harm's Way, New Dawn, Pest Grave, Surrounded by the Dead, Cast from Heaven, Face the Enemy, Death Dance.


Nessun commento:

Posta un commento