martedì 19 febbraio 2013

Recensione: EARLY MAMMAL "Horror at Pleasure"
CD 2013 - devouter records




Un debutto folgorante quello del trio inglese EARLY MAMMAL: dieci brani lisergici, deliranti, traumatizzati da suoni di chitarra dannatamente ruvidi, distorti, dissonanti, costruiti su di un crescendo assuefatto da sostanze chimiche che lente si sciolgono sulla pelle sudata dei nostri. Il suono degli amplificatori sprigiona una forza vibrante mentre viene gonfiato dalle valvole incandescenti delle testate, le frequenze del basso frantumano le ossa rimanendo tremolanti per tutta la durata del disco, la voce e le urla si fanno animalesche nello scorrere dei minuti, mentre organo e synth annientando definitivamente l'ascoltatore. Nei pezzi degli Early Mammal c'è un muro del suono che avanza energico sotto l'incessante rullo della batteria, ed è una goduria farsi calpestare da tanta potenza. La band sa fare tutto con naturalezza, dai momenti più ruggenti a quelli dolenti, disperati, psichedelici. Ascoltare "Horror at Pleasure" è un'esperienza graffiante che diventa ancora più variegata quando i tre musicisti si lasciano andare in deliri musicali dettati dall'inconscio e dall'istintiva volontà di perdersi nel nulla. Immaginate un mix letale tra Kyuss, The Jesus and Mary Chain, Black Rebel Motorcycle Club, ma con delle profondità più emotive ed una pazzia fuori controllo. Se avete bisogno di energica ruggente, particolare, questo album vi risulterà sicuramente attraente. La città di Londra ha un'altra freccia al proprio arco. Davvero interessanti. Uscita prevista per l'1 Aprile.

Contatti: facebook.com/earlymammal - devouterrecords.co.uk

"HORROR AT PLEASURE" TRACKLIST: Right Hand, Final Witch, Demon or Saint, Coming Back, To Find Me Gone, Money Shot, Checking the Bullshitter's Queen, Going Out, Resurrection Men, Uncle Scary's Left Hand.


Nessun commento:

Posta un commento