lunedì 25 marzo 2013

Recensione: TORTURE KILLER "Phobia"
CD 2013 - dynamic arts records




Nella sua immediatezza/semplicità il nuovo dei finlandesi TORTURE KILLER è una bomba al tritolo. Mi piace particolarmente la scelta dei riff groovy e pesanti che non mancheranno di esaltare i fans più fedeli. Uno stile necessario a tenere vivo il feeling dei dischi precedenti, un atto di devozione verso il death metal più duro, solido, diretto, mid-tempo, no compromise. Il nuovo "Phobia" è una vera e propria bordata quanto ad impatto istintivo, ma anche ispirato, coerente e coinvolgente: un disco che rende giustizia al carattere dei quattro e capace di porli in una posizione specifica all'interno del panorama underground. Ritengo sia connaturato nei gruppi fare sempre passi in avanti, anche se spesso non vengono capiti. Qui tutto e stato ben composto prima di essere messo all'interno dell'album e tutto è stato registrato in chiave molto aggressiva. I Torture Killer si esprimono davvero alla grande ed ogni singola nota di ogni singolo strumento fa sì che "Phobia" suonasse in maniera organica. Tra l'altro anche l'immagine di copertina si adatta perfettamente a questo tipo di contesto. E' scarna, scheletrica, ma allo stesso tempo diretta e forte. Questo è un lavoro di pura brutalità, battezzato attraverso i rituali estremi presenti nei sui contenuti. "Phobia", "Await His Third Arrival", "Written In Blood" (con il featuring di Chris Barnes dei Six Feet Under), "Voices" fanno molto Male! Stavolta non v'è alcun cedimento e i Torture Killer possono finalmente godere in totale dei loro sforzi. Ovvio che ogni considerazione sulla band sarà soggettiva, ma per quanto mi riguarda "Phobia" è un full-length riuscito, da consumare a lungo. High Voltage!

Contatti: torturekiller.com

"PHOBIA" TRACKLIST: Devil's Reject, Phobia, Await His Third Arrival, Written in Blood,Faces of My Victims, March of Death, The Book of Dying World, Epitaph, Voices.


Nessun commento:

Posta un commento