mercoledì 20 marzo 2013

Recensione: LIVE LIFE "Tomorrow Is Not Fucking Promised"
CD 2012 | 2013 - autoprodotto




Vi piace il sound dei primi Terror? Allora lucidate le vostre mazze di legno duro e gettatevi in un mosh pit furibondo, perché gli austriaci LIVE LIFE hanno bisogno del vostro sangue. Questi ragazzi, mantenendo un sound bello grezzo non si risparmiano nel farvi assaporare tutta la loro cattiveria. I riff girano come devono, toccando senza ombra di dubbio la tradizione d'oltreoceano, creando quella giusta atmosfera stradaiola, supportata da una sezione ritmica martellante e accompagnata da efficaci ritornelli corali. Non c'è nulla di nuovo nella loro proposta, ma si sente da lontano che i Live Life suonano con il cuore hardcore! L'EP "Tomorrow Is Not Fucking Promised" lascia trasparire la mentalità dei cinque viennesi e ciò che caratterizza le tematiche dei testi. Nessuna pretesa di insegnare qualcosa a nessuno, ma almeno fanno riflettere sulla realtà bastarda in cui viviamo. Oltre a prenderci a calci con l'impatto aggressivo, il gruppo ha dimostrato carattere e determinazione. E in questo genere musicale devi averne tanta se vuoi sopravvivere a lungo. Sicuramente dovranno anche migliorare nel songwriting, ma avranno tempo per riflettere. Il primo passo è fatto. Attendo il prossimo full-length.

Contatti: facebook.com/livelifehc - livelifehc.bandcamp.com

"TOMORROW IS NOT FUCKING PROMISED" TRACKLIST: No Worries, Constant Reminder, Blindest Faith, Forgetting Truth, In Between.


Nessun commento:

Posta un commento