lunedì 18 marzo 2013

Recensione: JUNGLE ROT "Terror Regime"
CD 2013 - victory records




Tornano alla ribalta anche i deathster americani JUNGLE ROT e lo fanno nella loro tradizione, quella fedele al death metal del passato, con chiari riferimenti al vecchio thrash. "Terror Regime" è roccioso nella sua componente. Inevitabile quindi che nell'intero lavoro si respiri un'atmosfera legata alle visioni di un certo immaginario, peraltro intenso e combattivo. Ogni singolo membro si esprime bene sul proprio strumento, mentre il substrato lirico ti invoglia a non schiacciare mai stop sul lettore, soprattutto dopo pochi brani. "Terror Regime" non sarà un capolavoro assoluto (nella loro discografia), ma saprà bastonare a dovere gli ascoltatori legati a tali sonorità. Ciò che si sposta a favore del gruppo è il medesimo livello di completezza e d'impatto sonoro. Piacerà molto allo zoccolo duro dei fans, perché contiene delle buone creazioni, devastanti e dirette, amalgamate con professionalità ad interessanti spartiti ritmici che definirei inossidabili. Pur tenendosi su un livello che tocca la buona norma, i nostri alimentano bene la loro rabbia, incanalandola senza pietà nell'apparato uditivo del fruitore. L'ispirazione ha dato la giusta energia all'insieme. Penso che i Jungle Rot abbiano fatto un album interessante, e credo che il risultato finale possa accontentare tutti, compresi gli stessi musicisti. Spero continuino sulla direzione giusta per il futuro, sguinzagliando ancora l'energia che hanno nel sangue.

Contatti: jungle-rot.com - facebook.com/igotjunglerot

"TERROR REGIME" TRACKLIST: Voice Your Disgust, Terror Regime, Utter Chaos, I Am Hatred, Blind Devotion, Scorn, Rage Through the Wasteland, Ruthless Omnipotence, I Don't Need Society, Carpet Bombing, Pronounced Dead.


Nessun commento:

Posta un commento