mercoledì 6 marzo 2013

Recensione: THE DAYS ARE BLOOD "Domfote Receive 360.0 Vaaler"
CD 2013 - autoprodotto




Il progetto THE DAYS ARE BLOOD, in un certo senso, potrebbe essere visto come una sorta di 'reazione' agli stati interiori più deviati. Un mostro che cresce minuto per minuto, nutrendosi lentamente delle onde sonore generate dagli strumenti. Gabriele S (e.bow processed guitars, effects, samples) e Massi DP (drums, randomness) tenendo fede al loro dinamismo, riescono ad addentrarsi in un parallelo non convenzionale. Attraverso questa personalità il duo apre i cancelli ad un mondo apocalittico che chiunque di voi dovrebbe osservare. "Domfote Receive 360.0 Vaaler" striscia velenosa su 25:38 minuti. Il feeling pulsa con un'oscurità tipica del genio Lustmord (quello di "Heresy") e nel crescendo di tale malignità irrompe una batteria che percuote severamente l'atmosfera malsana del brano, amalgamandosi perfettamente al caos controllato generato dai voluminosi effetti chitarristici (e non solo). Tutta la
jam-session risulta interessante nell'improvvisazione contrastante.
Privi di qualsiasi concessione melodica, i The Days Are Blood trascinano l'ascoltatore dove non è possibile salvarsi. Tenete d'occhio questi musicisti marchigiani. CD disponibile in edizione normale (limitata a 150 copie numerate) + edizione in box con CD, adesivo, spilletta (limitata a 30 copie numerate).

Contatti: thedaysareblood.bandcamp.com

"DOMFOTE RECEIVE 360.0 VAALER" TRACKLIST: Domfote Receive 360.0 Vaaler


Nessun commento:

Posta un commento