martedì 27 novembre 2012

Recensione: WEAPONS TO HUNT "Blessed In Sin"
cd 2012 - vic records




Nei WEAPONS TO HUNT suonano Ron Van De Polder (chitarra), Adrie Kloosterwaard (voce), Bastiaan Brusssaard (chitarra solista) e Paul Beltman (batteria) già membri degli olandesi Sinister. Avrete perciò intuito che qui siamo di fronte ad una band di puro death metal, influenzato da un riffing molto old school. Questi quattro deathster (veterani) si propongono sulla stessa linea ideologica dei primi anni '90, riproponendo in musica il feroce passato senza compromessi, servendosi di una base thrash molto semplice, diretta, che fa dell'aggressività la sua forza. "Blessed In Sin" è un album abbastanza efficace, ma purtroppo soffre di troppe parti prevedibili ed una produzione molto grezza (forse una scelta voluta)... A parte ciò, in alcune song si possono anche ascoltare dei riffs discreti sia nelle melodie che nell'impatto. I Weapons To Hunt portano su disco una miscela di violento thrash/death metal come si concepiva anni fa, ne più ne meno. Magari a molti appassionati piaceranno. Ringrazio la Vic Records per avermi inviato la versione promo del cd.

Contatti: facebook.com/pages/Weapons-to-Hunt/124969717612834

"BLESSED IN SIN" TRACKLIST: The Hell Room, Blessed In Sin, Corpse Field, The Smell of Victory, Bullets For The Assassin, Merciless Impact, False Positive System, Strike Face.


Nessun commento:

Posta un commento