giovedì 1 novembre 2012

Recensione: RABBITS "Bites Rites"
cd 2012 - good to die records




A brevissima distanza dal precedente "Lower Forms" (2011), i RABBITS tornano a stuprarci la membrana timpanica delle nostre orecchie con "Bites Rites" (uscito per Good To Die Records). Il risultato in questi nuovi brani è disturbante e non si risparmia dal procurare irrimediabili effetti collaterali! Ne sono ottimi esempi "Lame in Vain", "Move Her Body", "Meth Valley 99" dove i loschi figuri dell'Oregon sono colpevoli di un sound che raccoglie il meglio della musica più rumorosa ed efferata. La potrei definire un'arrogante fusione tra Melvins, Unsane, Today Is The Day. Qui l'estremo è una perenne condizione dell'essere ... La lotta contro se stessi per raggiungere la dissoluzione. Non ci sono limiti in questa crudele confessione. Un album azzeccato!

Contatti: goodtodierecords.bandcamp.com/album/bites-rites

"BITES RITES" TRACKLIST: We and Zoo, Fight Right, Lame in Vain, Move Her Body, Meth Valley 99, 2:35, Suck It or Blow, On Mars II, What's Going On, No (More) Depth.


Nessun commento:

Posta un commento