mercoledì 7 novembre 2012

Recensione: KROW "Traces of the Trade"
cd 2012 - two beers or not two beers




Death/Thrash Metal! Questo suonano i brasiliani KROW. Si, ci danno dentro con un sound forsennato che deve molto ai cugini Krisiun. Non si può dire che questa band non sappia proporre della buona musica, infatti fanno la loro sporca figura... Sanno come far uscire dinamiche d'attacco composte da riffs devastanti (belli anche i solos) e una sezione ritmica dal groove possente, la voce di Guilherme Miranda si incastra bene nel contesto dei pezzi. Buona la produzione. Tecnicamente preparati, i Krow vanno dritti a velocità spinti su un asfalto bagnato da olio motore. Sicuramente nel Death Metal le dinamiche sono spesse volte le medesime, ma almeno questi ragazzi in "Traces of the Trade" (secondo album) hanno saputo arrangiare delle buone songs in modo da farle girare in certo modo. Sinceri! Dategli un ascolto!

Contatti: myspace.com/krowmetal - facebook.com/krowmetalzone

"TRACES OF THE TRADE" TRACKLIST: Eidolon, Traces Of The Trade, Outbreak Of A Maniac, Franework Of Violence, Endless lashings, Hazardouls Punishment, March Of Vendetta, Retaliated, Despair, Slaughter Of The Gods, System Unfolds.


Nessun commento:

Posta un commento