mercoledì 21 novembre 2012

Recensione: DEFORMITY "When Tomorrow Comes"
cd 2012 - metalism records




Sicuramente "...And Justice For All" e il "black Album" dei Metallica hanno segnato pesantemente i russi DEFORMITY. Strumentalmente lo si percepisce già dall'opener "Burn Them" che risentono in modo evidente di questi influssi. Onestamente anche il cantante/chitarrista Alexandr Garchine si ispira spudoratamente alle tonalità vocali di James Hetfield (riuscendo a risultare abbastanza simile). Purtroppo questo tipo di thrash metal languido e derivativo, inizia ad annoiare dopo poche tracce... Non che la proposta sia da scartare in toto, ma questo sound tributo non ha la benché minima originalità. Perché uscirsene ancora oggi con album simili? In "When Tomorrow Comes" c'è un rincorrersi di monotone soluzioni e somiglianze. Non basta saper suonare discretamente i propri strumenti per colpire nel segno, quindi spero che i Deformity si prendano del tempo per riflettere sul loro futuro. Sicuramente nell'Underground circolano uscite migliori di queste!

Contatti: myspace.com/DEFORMITYS

"WHEN TOMORROW COMES" TRACKLIST: Burn Them, When Tomorrow Comes, Alone, Reflection of the World, The Life Is Better Than Love, Liars, Get a Life, The Clone, The Lost Man, Total playing time.


Nessun commento:

Posta un commento