martedì 13 novembre 2012

Recensione: DEHUMANIZED "Controlled Elite"
cd 2012 - comatose music




Ne è passata di acqua sotto ai ponti da quel "Prophecies Foretold" uscito nel lontano 1998. I DEHUMANIZED sono tornati per tanti seguaci dello slamming brutal death metal! L'obiettivo della band newyorkese è evidente: elaborare dei pezzi per mettere a tappeto l'ascoltatore. Il quintetto ci riesce in virtù di una buona dose ritmica impostata per essere perforante durante le parti tirate e quelle mosh più ortodosse... Con una mitragliata di riffs diretti, ritmiche pari ad una frana i Dehumanized si pongono come buona risposta alla media (bassa) dei molti cloni presenti in natura. Si apprezzano per la loro genuinità dopo svariate fruizioni e anche se nessuno di voi ci troverà qualcosa di particolarmente originale, loro sono comunque stati capaci di confezionare un album che va dritto nel segno con attitudine spaccaossa, con chitarre nervose, interessanti solos, sezione ritmica battente ed una voce capace. "Controlled Elite" è una mazza chiodata tra i denti! Un gruppo da provare ma senza particolari pretese. Concreti!

Contatti: myspace.com/dehumanized - facebook.com/DEHUMANIZED.NY

"CONTROLLED ELITE" TRACKLIST: Body Colonizers, Man vs. Man, Soiled, Immorally Reborn, None Shall Remain, Root Of Evil, His Burden, Set In Stone, Controlled Elite, Bloodties, Condemned.


Nessun commento:

Posta un commento