giovedì 15 novembre 2012

Recensione: BEDEMON "Symphony of Shadows"
cd 2012 - svart records




C'è anche del drammatico dietro la storia dei BEDEMON. Fondati dal chitarrista Randy Palmer (morto tragicamente in un incidente stradale nel 2004) ed altri ex. Pentagram. A riportare alla memoria queste tracce registrate intorno al 2002 e venute alla luce nel 2005 ci ha pensato la Svart Records. Credo che anche la morte di Randy abbia dato la spinta per dare la possibilità a molti seguaci di rispolverare questo gioiello che abbaglia di un sound heavy/doom tipico dei '70 (Black Sabbath in prevalenza). Ora finalmente, l'attesa è finita! La storia è qui davanti a noi con una produzione speciale che se pur grezza impreziosisce l'album nella sua interezza dandogli un tocco dannatamente ombroso. Non esiste altro suono per elevare canzoni di questo calibro... Le emozioni, sensazioni, allucinazioni entrano in vena bruciando come veleno ardente, e ci si rende conto da subito che si è in possesso di qualcosa di speciale, sentito. Se esiste il termine doom, i Bedemon lo incarnano in maniera perfetta. Tutti i componenti sono in grado di creare incredibili trame, dimostrando come si raggiungono ottimi risultati quando si suona con il cuore... Quel cuore oscuro ma raffinato. Ogni strumento è sempre in sicura evidenza, esponendo brillanti episodi che battono sulla cadenza funebre di un sound sorretto da tanta maestosità. Questi tappeti di chitarra, basso, batteria sono un piacevole ricordo dei tempi che furono e la voce dà un ulteriore tocco old fashion al tutto. L'album possiede nove momenti indescrivibili nella loro bellezza. Cercate di possedere questo "Symphony of Shadows" perché ciò che vi perdereste è probabilmente uno dei migliori dischi di genere usciti nel corso della storia dell'heavy, doom. Onore e Gloria!

Contatti: svartrecords.com

"SYMPHONY OF SHADOWS" TRACKLIST: Saviour, Lord of Desolation, Son of Darkness, The Plague, D.E.D., Kill You Now, Godless, Hopeless, Eternally Unhuman.


Nessun commento:

Posta un commento