giovedì 15 novembre 2012

Recensione: A THEORY OF JUSTICE "Athena"
cd 2012 - autoprodotto




La base degli italiani A THEORY OF JUSTICE è un tipo di hardcore che deve molto al sound di Snapcase e Biohazard (in particolare). La scena di New York sembra un punto di riferimento abbastanza importante per questi ragazzi (scontato nominare Sick of it All, Agnostic Front...). I nostri dimostrano discrete capacità esecutive, si evidenzia un guitar working abbastanza vario ed una sezione ritmica nel complesso convincente. In fin dei conti è il risultato finale quello che fa testo, e purtroppo gli A Theory of Justice sono un po' scontati per lasciar segno nella memoria di chi ascolta. Insomma questo album (tutto sommato sincero) potrà andare bene agli amanti di queste sonorità, ma personalmente lo ritengo poco entusiasmante nella sua palese forma derivativa. Niente di nuovo, ma ascoltateli voi per farvi un idea.

Contatti: myspace.com/atheoryofjusticelodi

"ATHENA" TRACKLIST: Deep Lane, The Lane, Fuck You Call Me Heretic, Tomorrow, Do You Think, Planet Terror, Blablabla, Forever, Lighthouse to Collapse Your Abostance Will , Bur Your System From Inside


Nessun commento:

Posta un commento