venerdì 2 novembre 2012

Recensione: THE SECRET "Agnus Dei"
CD | LP 2012 - southern lord




Noi discendiamo da un dio immaginario e bugiardo condannato in primis ad essere cadavere su una terra consumata dalle piaghe esistenziali. Così che le sinfonie maligne di "Agnus Dei" diventano rivelazione di orrore, vittime di un'estasi dolente, mostrano il contrario della croce posta inizialmente come simbolo di bene sulla schiena di poveri miserabili.
Il crollo dell'umanità è all'apice dell'eccitazione vitale e nella menomata speranza di vita giace una morte preannunciata. La figura transitoria del piacere morboso si sposta affamata sulla simbologia raccapricciante segnata da teschi addossati tra loro... Rispetto al passato gli italiani THE SECRET insistono su movimenti più immediati che scorticano sonorità spasmodiche, creando un orgia di dolore difficile da evitare. Tra l'impeto virale del primitive/raw black metal (Darkthrone, Craft, Khold), le verticali scissioni del post hardcore più apocalittico (Cursed, Converge) e il serrato martirio del crust (Trap Them). Suoni sincopati, dilanianti, si perdono nello spazio infernale della tragica devastazione. Un miscuglio tra istinto animale, vitalità malata, impulso nichilista. Così i The Secret sono riconosciuti, riconoscibili anche attraverso l'operato del rinomato produttore Kurt Ballou. Questo ultimo fattore non è una condizione che va a sfavore, al contrario, ne ha ben ritratto molto bene gli impulsi violenti della band. Mentre il serpente cambia pelle voi fate vostro questo disco e unitevi al peccato.

Contatti: myspace.com/thesecret - southernlord.com/band_SEC.php

"AGNUS DEI" TRACKLIST: Agnus Dei, May God damn all of us, Violent Infection, Geom, etric Power, Post Mortem Nihil Est, Daily LiesLove Your Enemy, Vermin of dust, Darkness I Became, Heretic Temple, The Bottomless Pit , Obscure Dogma, Seven billion graves.


1 commento: