martedì 20 novembre 2012

Recensione: PLECTOR "Punishment Day"
cd 2012 - discouraged records





I PLECTOR, musicalmente parlando, picchiavano duro già nel loro primo album "Dark & Spiteful" (2009). Ora, eccomi alle prese con il nuovo "Punishment Day"! Thrash/death metal melodico che spruzza un bel po di polvere nei nostri occhi! Il trio svedese deve molto alle origini incattivite della bay area ma si avvicina anche al sound figlio dei connazionali The Haunted (delle origini) e ultimi At The Gates. Provate a sentire "Insularity", "No Reward" oppure "To Be Punished" (molto Pantera nelle strutture) poi venitemi a dire se questi musicisti non scatenano una certa adrenalina. I Plector pur muovendosi nella media del genere hanno quel groove che sa prendere a calci in culo. La voce del chitarrista/cantante Erik Engbo è pungente sulle note di tutti i brani e nelle metriche detta le sue regole. Ho ascoltato della buona musica, ma dovranno pur sempre cercare di seguire la propria strada, non quella già segnata da chi ha macinato prima del loro arrivo. Se così sarà, i Plector si faranno giustizia.

Contatti: myspace.com/plector - facebook.com/plectorofficial

"PUNISHMENT DAY" TRACKLIST: Overthrown, Insularity, No Reward, Dishonesty, To Be Punished, Postal, Take the Hit, The Ending, Devotion, Total Playing Time.


Nessun commento:

Posta un commento