martedì 20 novembre 2012

Recensione: UNREST "Lake of Misery"
LP 2012 - headXplode records




I tedeschi UNREST senza troppi giri di parole se ne vanno su territori votati al più arrogante crust/grind vecchia scuola sostenuto da ritmiche, suoni anni '80 / '90 che fanno fuoco e fiamme. Ascoltandoli la mente va subito ai vari Capitalist Casualties, Disrupt, Despise You, Yacopsae, Ekkaia... Potrebbero essere queste le loro basi anche se gli Unrest reinterpretano il tutto in maniera decisamente più violenta nella produzione (ingrassata da un basso dirompente). Il suono è grezzo ma letale, la voce urlante sa interpretare bene la propria rabbia, mentre chitarra, basso, batteria scateneranno un mosh pit muscolare e pieno d'ira. "Tooth And Nail", "Hypocritical", "Authority", "Kill-Feed", "Slave's Pride" sono tra i migliori momenti dell'album. "Lake of Misery" (che segue il debut 7" del 2011) è senza ombra di dubbio un'istintivo mezzo di distruzione incontaminata pur non aggiungendo nulla di nuovo a questo genere "no compromise". Gli Unrest rimangono un gruppo essenziale ma mi costringono a schiacciare nuovamente "play" ogni volta che il cd finisce la sua prima corsa. Una ventata d'odio senza compromessi.

Contatti: unrestcrust.bandcamp.com/album/lake-of-misery

"LAKE OF MISERY" TRACKLIST: Oro, Lookism, Tooth And Nail, Hypocritical, Authority, Crimson Horizon, Kill-Feed, Double Standard, Slave´s Pride, Pressure To Perform, XI.


Nessun commento:

Posta un commento