domenica 18 novembre 2012

Recensione: ENTRAPMENT "The Obscurity Within"
cd 2012 - soulseller




In attività dal 2009, Michel Jonker della one man band olandese ENTRAPMENT debutta con "The Obscurity Within" che segue la pubblicazione di tre demo e un 7". Un disco d'impatto dai nostalgici rimandi Swedish Death Metal (Entombed, Nihilist su tutti). Le atmosfere oscurate da alcune interessanti soluzioni sfiorano quasi sempre il buon vecchio old style, composto anche da parti lente che fanno subito presa su chi ascolta, il livello compositivo/strumentale non si distacca da un tocco ancorato al passato risultando quindi buono ma abbastanza standard... appunto! In tutta onestà, debbo ammettere che questo cd è piacevole proprio perché riporta alla mente certe dinamiche indimenticabili. Apprezzo il tentativo di Michel di rimanere fedele al suono dei '90, però così restando forse non farà altro che soddisfare solo una schiera di adepti legati a tali sonorità. Un album da ascoltare.

Contatti: entrapment2.bandcamp.com

"THE OBSCURITY WITHIN" TRACKLIST: Intro/Catatonic Rites, Shallow Breath, Feast of AtonemenT, The Obscurity Within, Dead and Cold, Infernal Blasphemies, Anxiety, Eternal Bliss, Mentally Deranged, Soul Entrapment.


Nessun commento:

Posta un commento