lunedì 12 novembre 2012

Recensione: NATARIA KRAUDIA "Extinguishing Inextinguishable"
cd 2012 - reverb worship




"Extinguishing Inextinguishable" è uno di quei dischi il cui valore si riconosce dopo svariati ascolti, quegli album capaci di sfiorarti l'animo con una delicatezza talmente toccante da lasciarti totalmente rilassato. In questi suoni acustici c'è la complessa immediatezza che esplora preziose contaminazioni provenienti da una sensibilità spiccata. Le tenui luci presenti su ogni brano fanno luce sul sipario aperto di un'opera dark/folk che quieta si esprime in tutta la sua particolare bellezza. Alcuni arpeggi dai toni tristi mi hanno ricordato il grande David Sylvian... NATARIA KRAUDIA (progetto del musicista polacco Michal Mezger) si immerge nelle immagini del suono con chitarra acustica/elettrica, fisarmonica e altri strumenti interessanti, avvicinando l'ascoltatore a qualcosa di totalmente estraneo alla normalità. Questo album limitato a 57 copie si assapora lentamente rivelandosi con coraggio e fascinazione. Qualcosa di indefinito si muove tra le foglie secche spostate dal vento. Interessante.

Contatti: natariakraudia.bandcamp.com

"EXTINGUISHING INEXTINGUISHABLE" TRACKLIST: To Struggle With Fear... to Worship Doe Deer, Intrinsic Heartful Vomitself, I Shall Obey You To Sleep - No More - Adieu... Adieu, Phoenixess, Corazón, Raw Piece of Solemn Helplessness Bound to be Overcome.


Nessun commento:

Posta un commento