lunedì 12 novembre 2012

Recensione: SEKARAT "Made Flesh Creep"
cd 2012 - autoprodotto




Indonesiani con una profonda passione per il brutal death metal più disumano, questo sono i SEKARAT e questo è, in breve, il contenuto di "Made Flesh Creep" che segue l'ep omonimo del 2011. Un album totalmente devoto alla classica forma del genere su citato ma, per essere più specifico fin dalle prime note, assolutamente privo di originalità a livello compositivo. Il background del gruppo sembra attingere litri di sangue dai primi album dei Deeds of Flesh o Disgorge (Usa), ciò significa una totale dedizione a determinati schemi che, se da una parte possono accontentare numerosi appassionati del genere, dall'altra limitano il loro sound già povero di personalità. Tutto il resto è marginale, nella norma se non addirittura mediocre. I Sekarat sono l'ennesima band che poco ha da dire all'interno di una scena brutal fin troppo satura e bagnata dalla stessa acqua stagnante.

Contatti: myspace.com/sekaratdeathmetal

"MADE FLESH CREEP" TRACKLIST: Made Flesh Creep, Bloody Desecration, Dari Hati Yang Jahanam, Masih Biadab, Bleeding Sickness, Godforsaken, Confounded By Hatred, Kronologi Terkutuk, Dipanggil Tuhan Yang Maha Esa, Shatter With Resentment, Immolate.


Nessun commento:

Posta un commento