lunedì 31 dicembre 2012

Recensione: LOTUS CIRCLE "Caves"
cd 2012 - dusktone records




"Caves" è la colonna sonora che accompagna il passo lento di una processione mortuaria e desolante. L'impatto emotivo del disco è angosciante, opprimente, questo determina parte della forza espressiva del progetto. La musica dei greci LOTUS CIRCLE è un rituale cupo che potrà essere vissuto e compreso solo da chi vive queste sonorità agghiaccianti, qui il pensiero esoterico giace nella volontà/realtà pratica e distaccata del gruppo, i musicisti in questione si cospargono di cera con deformi candele antiche e consumano la propria esistenza attraverso lo scorrere di brani lunghi (tra psichedelia, drone, doom...)...Neri come la pece. La dinamica delle cinque tracce si strozza nel tormento desolato delle stesse. C'è l'origine del tutto ma non esiste una fine reale, probabilmente finirà il disco, si spegnerà lo stereo, e "Caves" lo si sentirà ancora rimbombare nella mente, fino alla fine dei giorni... Sarete voi a decidere se farvi torturare dalla ripetitività dell'immaginazione contorta nel trasfigurare e deformare. I Lotus Circle dopo un demo, il primo full-lenght del 2007 "Bottomless Vales and Boundless Floods" e due split, ci ribattezzano sul lenzuolo bagnato dai loro deliri mentali.

Contatti: dusktone.bandcamp.com/album/lotus-circle-caves-dusktone

"CAVES" TRACKLIST: ...To Witness Under the Stars, Dawn of a Dead Sun, Secret Entities, From the Depths, Plutonian Funeral.


Nessun commento:

Posta un commento