giovedì 20 dicembre 2012

Recensione: CRIMSON BLUE "Innocence"
cd 2012 glob metal promotions




Partiamo dal presupposto che questa band russa definisce il proprio sound "Nu Art Metal"... E allora prima di iniziare questa recensione mi chiedo: Perché? Che necessita c'è? Perché dover trovare sempre nuove "etichette" per definire la musica o cercare di identificarla diversamente attraverso futili codifiche di genere? Mah... Non capisco proprio! Fatta questa premessa, vado al sodo per cercare di racchiudere l'essenza di questi CRIMSON BLUE. Sicuramente il punto di forza nella loro proposta musicale è Dani Hellstroem, lei sa essere versatile e potente, l'estensione vocale della cantante inonda un tappeto sonoro che però non offre molto in quanto ad originalità strumentale, questo genere di canzoni le avremmo sentite tantissime volte. Prima accennavo alla struttura generale che giace sotto la frontgirl e non mi sento di riservare parole entusiasmanti, non per pregiudizio, ma solo perché sono troppe le volte in cui i Crimson Blue mi hanno annoiato, troppo forti gli echi che svegliano le ombre degli Evanescence e compagnia bella. Poche emozioni, poco materiale interessante... Si tratta dell'ennesima dimostrazione di un moderno rock metallizzato che non induce in tentazioni specifiche. "Innocence" suona pulito, ben suonato, ma c'è veramente poca sostanza entusiasmante. Non mi hanno convinto!

Contatti: facebook.com/crimsonblueband

"INNOCENCE" TRACKLIST: Iceland, L.M.A., Clouds, Flax, Ave, Nagual, Forest, H.U. Lab Experiment I, September, Haesitatio, Innocence.


Nessun commento:

Posta un commento