sabato 15 dicembre 2012

Recensione: DEFTONES "Koi No Yokan"
cd 2012 Warner Music Group | Reprise Records




Cosa può accadere dentro ognuno di noi quando qualcuno a cui vuoi bene si ammala? Cosa può aiutare a tollerare, metabolizzare il dolore che ti corrode l'anima lentamente e quali sono, le cause che possono non far rimarginare le ferite indelebili? Ci sono molti modi per reagire al dolore! Solo chi vive tali situazioni da vicino può capire il vero valore della vita. Sofferenze, disagi vissuti, possono ucciderti ma anche trasmettere consapevolezza, forza... Ci sono esempi in cui i tormenti interiori generano veri e propri diamanti luminosi scuri come la pece. Sono passati anni da quando Chi Cheng è costretto a guardare la vita da una triste prospettiva, ma la sua presenza vitale, il suo battito, il suo modo di combattere una dura battaglia personale sta inevitabilmente trasmettendo "energia" ai suoi compagni di band! Oggi i DEFTONES sono ancora qui per emozionare, pur avendo attraversato momenti bui che avrebbero sicuramente abbattuto molti di noi... Invece No, loro hanno deciso di seguire la strada, trascinarsi per risorgere dai tristi eventi del tempo, sono ancora qui a dimostrare di essere una band "unica" nel loro genere. Elaborare tutto ciò che giace alle spalle significa avviare un processo di comprensione piena del dramma e di recupero del valore dell'essere individuo vivo, vibrante... Spesso, quando non si ha nulla su cui sfogare le angosce, le emozioni contrastanti, la rabbia, può annullarti, porta ad una condizione di chiusura rispetto alla possibilità di risoluzione del problema; ma se si ha la fortuna di creare, generare o come in questo caso fare Musica è la fase in cui si riprende in mano la propria vita e si trova un compromesso con se stessi e con gli altri. E’ la fase in cui la rabbia sparisce e comincia a trasformarsi in quella luce che "salva l'essenza". "Koi No Yokan" rappresenta il momento di autentica presa di coscienza dell'individuo ferito, la rinascita! Un album che definire capolavoro mi sembra quasi anomalo. "Koi No Yokan" è l'ILLUMINAZIONE e mi rendo conto di quante emozioni profonde siano state "gettate" all'interno di questi brani in modo da non sentirsi sconfitti o disperati. Ad ogni ascolto dell'album i brividi pervadono il corpo e "Gauze" (in particolare) fa scendere le lacrime... ci sarà un perché? Pur navigando nel così detto panorama musicale "mainstream" i Deftones mantengono la loro GRANDE qualità a differenza di tante altre band "povere e asettiche". ASSOLUTAMENTE AUTENTICI! Questa è Musica con la "M" maiuscola!

Contatti: deftones.com

"KOI NO YOKAN" TRACKLIST: Swerve City, Romantic Dreams, Leathers, Poltergeist, Entombed, Graphic Nature, Tempest, Gauze, Rosemary, Goon Squad, What Happened to You?


Nessun commento:

Posta un commento