domenica 16 dicembre 2012

Intervista: ENTRAPMENT - "VIOLENZA E INTRANSIGENZA SONORA"






MASSICCI, AGGRESSIVI E SENZA COMPROMESSI GLI OLANDESI ENTRAPMENT. MUSICALMENTE LEGATI AL PASSATO, DEDITI AD UN DEATH METAL DI CHIARA ESSENZA SWEDISH. MICHEL JONKER CONCEPISCE IL PROGETTO COME UNA ONE MAN BAND, MA DAL VIVO IL MUSICISTA SI AVVALE DI ALTRI TRE MEMBRI PER POTER MATERIALIZZARE L'ASSALTO SONORO DI CUI E' CAPACE! HO AVUTO IL PIACERE DI INTERVISTARLO.

1. Ciao Michel. Prima di tutto, devo congratularmi con te per "The Obscurity Within...".

- Grazie mille per questo!

2. Quando ha preso forma il progetto Entrapment?

- Il progetto Entrapment è stato messo su nel 2009, dopo che ho smesso con la mia precedente band.

3. Hai un suono molto old school. Fottuto Death Metal che richiama la scuola svedese! Perché la decisione di essere una one man band?

- A causa della mia famiglia e del lavoro non ho avuto tanto tempo per una band così ho smesso. Dopo un po' ero nuovamente in vena di fare alcune nuove canzoni e le ho registrate sul mio computer. Quando ho avuto un buon numero di canzoni pronte sono andato in studio per registrarle per davvero. La Detest Records era interessata a rilasciarle su nastro ed è così che il progetto è diventano più serio.



4. Il suono del disco prende molto dai Nihilist, Dismember, vecchi Entombed... In un modo davvero determinato e piacevole. Perché questa scelta? Come descriveresti il tuo sound?

- Sono da sempre fan del vecchio stile raw death metal. L'atmosfera "punky" lo rende aggressivo e selvaggio! Forse perché è stato suonato senza pretese ... ma per me ha funzionato! Credo che il suono non è particolarmente svedese, ma è più lo stile del riffing che lo richiama.

5. L'old school death metal svedese è tutt'oggi grande e potente. Sei d'accordo con questo?

- La Svezia ha avuto un grande impulso dopo la prima ondata death metal e sembra abbia aperto le porte per tutti i tipi di musica alternativa. La Svezia ha grandi band, ma anche quelle di merda come qualsiasi altro paese.

6. Quali erano le vostre emozioni in studio mentre si stava registrando "The Obscurity Within..."

- L'album in alcune parti è stato registrato piuttosto frettolosamente, ma nel complesso è stato fantastico lavorare con Marc del Perimeter Audio and Fredda (Massive Assault) al Dirty Bird. Una parte di esso è stato registrato in piena estate e non è proprio il momento migliore per suonare un po' di raw death metal della vecchia scuola. hahaha

7. Ci può illustrare il significato che sta dietro il titolo "The Obscurity Within..."

- E' l'oscurità che giace dentro di noi che conosce la verità riguardo il "nulla" della vita.

8. Cosa puoi dirmi sulle tue canzoni e testi...

- L'album è stato molto ispirato dalle opere di H.P. Lovecraft. anche se alcune delle canzoni contengono testi con temi differenti, voglio dire più chirurgici.



9. Quanto è facile per voi continuare a scrivere nuova musica mantenendo il suono fresco?

- Ogni volta che ho avuto un'idea l'ho registrata subito e alla fine c'è sia un sacco di spazzatura ma anche alcune idee realizzabili che ancora suonano abbastanza buone e fresche.

10. Come dicevo hai un approccio legato alla vecchia scuola! Dovresti essere orgoglioso di te stesso, non ci sono molti gruppi coerenti come gli Entrapment!

- Grazie ancora. Devo dire che sono molto critico/severo con me stesso e anche quando ascolto la musica che mi piace sono molto selettivo. Le band thrash metal dovrebbero suonare thrash metal e non mescolare voce pulita e altre stronzate del genere. Lo stesso vale per le band con uno stile anni '70 che fonde death... con l'inferno! Sono molto conservatore quando si tratta di musica!

11. Per chiudere l'intervista, vorrei chiederti come vedi il futuro degli Entrapment al momento.

- Sono molto positivo sul futuro. Dal momento che il full-length è stato rilasciato vedremo cosa succederà sulle offerte per suonare dal vivo e molto altro ancora!

12. Grazie per l'intervista...

- Grazie a te Christian per il tuo supporto!

Contatti: entrapment2.bandcamp.com


Nessun commento:

Posta un commento