mercoledì 24 aprile 2013

Recensione: THE PSYKE PROJECT "Guillotine"
CD 2013 - bloated veins | black lake | brain crushing | swarm of nails




"Guillotine" si pone il fermo obiettivo di affrontare la propria impronta musicale in maniera incisiva. Le spaventose visioni ricercate nell'album vertono ad offrire colpi decisi. La potenza del sound, i riff sporchi, la velocità controllata della sezione ritmica e la voce lacerante, fanno dei danesi THE PSYKE PROJECT una bomba al tritolo. Puntano sulla concretezza e qualunque colpo decidono di mettere in pratica risulta letale. Grazie alla produzione caotica, i cinque donano maggiore forza e vigore ad ogni song della tracklist. C'è una cinica essenza nei contenuti, ed è sempre caratterizzata in maniera personale, lasciando solo pochissimi spazi a sperimentazioni varie. "Guillotine" è dedicato ad un pubblico settoriale, ma non preclude frangenti più particolari, riflessivi. Il muro metallico generato dai The Psyke Project abbatte ogni regola possibile. Undici brani nei quali si respira un'aria apocalittica. Non so se definirlo post/metal, ma quanto ascoltato su questo lavoro colpisce nel segno con profonda cattiveria. "Guillotine" calpesa se pur privo di originalità.

Contatti: thepsykeproject.bandcamp.com/album/guillotine-full-album

"GUILLOTINE" TRACKLIST: Guillotine, Death Sight, The End, Partisan, The Mute, Empire, Ghost Fight, Hell is Other People, When Man Became God, Good for Nothing, Menneske.


Nessun commento:

Posta un commento