mercoledì 17 aprile 2013

Recensione: EMME YA "Chthonic Transmission (Abysmi Vel Daath)"
CD 2013 - cold spring




Il colombiano Edgar Kerval ci apre nuovamente le porte dell'imponente cattedrale oscura per farci pregare in ginocchio, mentre il suo rituale apocalittico ci calpesterà lentamente. Non esiste ossigeno all'interno dello spazio messo in agitazione dal su citato compositore. Dark ambient cupo, distorto e premonitore, a tratti fortemente influenzato dai primi inquietanti vagiti di Atrium Carceri (soprattutto da "Seishinbyouin"), similitudine assai evidente in un brano come la title track "Chthonic Transmission (Abysmi Vel Daath)". La chiave per accedere al mondo di EMME YA è nascosta nelle note stesse del nuovo album, una chiave difficile da trovare se non si ha piena coscienza di ciò che si andrà ad esplorare mediate tale tormento audio/visivo. Edgar Kerval conosce bene le proprie potenzialità, le sa utilizzare meticolosamente per inchiodarci alle mura cementate della sua mente malata. Sicuramente "Chthonic Transmission (Abysmi Vel Daath)" non è un disco che fa gridare al miracolo, non ha particolari strutture originali, ma è pur sempre un binario agibile per chi volesse avvicinarsi al folle immaginario messo in moto da Emme Ya.

Contatti: facebook.com/pages/EMME-YA/217787248252451

"CHTHONIC TRANSMISSION" TRACKLIST: The Vortex Ov Primigenian Sun, Chthonic Transmission (Abysmi Vel Daath), The Light That Is Not (Consecration Rite), Reversed Kundalini (Transmutation Rite), Descending To Astral Void (Solve Et Coagula), Emerging From The Grey Egg (Encircled In A Thousand Lanterns).


Nessun commento:

Posta un commento