venerdì 26 aprile 2013

Recensione: MOGWAI "Les Revenants"
CD 2013 - rock action records




Non hanno bisogno di presentazioni gli scozzesi MOGWAI, uno dei gruppi più longevi del movimento post-rock, autori di ottimi lavori pubblicati nel corso della lunga carriera, un cammino intenso, unico, vissuto sul filo delle emozioni più profonde ed evocative. Oggi li troviamo in una nuova veste, più 'intimista' se vogliamo entrare nel merito di questa nuova rappresentazione audio/visiva intitolata "Les Revenants". Dopo essersi immersi nella costruzione della soundtrack per il film "Zidane:
A 21st Century Portrait", i Mogwai accettano un'altra sfida, dipinta con tinte tenui, quasi pastello. "Les Revenants" è un telefilm della francese Canal+ (adattamento del film omonimo), che narra la storia di morti viventi ritornati fra i vivi, per rimpossessarsi del posto che era stato loro. Decisamente interessante la trama! Così la band in questo capitolo della discografia decide di accompagnare il passo lento e faticoso degli esseri su citati con una colonna sonora cupa, triste, drammatica nella sua inconsueta particolarità. C'è inquietudine sotto queste note, c'è qualcosa di oscuro mentre la pioggia cade giù e i morti continuano ad avanzare nella cittadina. Il disco si mantiene sempre struggente, tanto da allontanare le visioni horror per avvicinare quelle 'noir'. Posso sottolinearne le note del pianoforte impiantato su "Jaguar", "The Huts", oppure l'eco dello xilofono presente in "Fridge Magic", assolutamente travolgenti. Non sono da meno "Whisky Time" e la toccante "This Messiah Needs Watching", quest'ultima sembra uscita dalla mente visionaria di Angelo Badalamenti (nel periodo Twin Peaks firmato David Lynch). "What Are They Doing In The Afternoon?" (unica cantata), "Wizard Motor" alzano il tiro nel finale. "Les Revenants" contagia ad ogni ascolto, proprio perché possiede energia nella propria dimensione musicale. Questo disco va gustato penetrando il buio di una stanza.

Contatti: mogwai.sandbag.uk.com/lesrevenants

"LES REVENANTS" TRACKLIST: Hungry Face, Jaguar, The Huts, Kill Jester, This Messiah Needs Watching, Whisky Time, Special N, Relative Hysteria, Fridge Magic, Portugal, Eagle Tax, Modern, What Are They Doing In The Afternoon?, Wizard Motor.


Nessun commento:

Posta un commento