lunedì 20 gennaio 2014

Recensione: STUNTMAN "Incorporate the Excess"
CD | LP 2014 - solar flare records




Giungono al terzo album, eppure non conoscevo l'esistenza degli STUNTMAN, act francesce fondato nel 2002. "Incorporate the Excess" è all'insegna dell'hardcore, grind, death metal muscolare e ben articolato. Quello che non si ispira a nessuna corrente alternativa! Sono veramente selvaggi e si fanno sotto con composizioni schizzate capaci di fornirmi gli elementi necessari per assaporarli nel migliore dei modi. Il sound dei 4 di Sète è uno dei più sfrontati che abbia ascoltato di recente. "The Patriot, The Elite, The Icon" e "Bag Of Dicks" erompono in tutta la loro furia a suon di scariche elettriche ardenti, con ritmiche fulminanti (il drummer è una piovra assassina!!!) accompagnate da un cantato slabbrato.. sorretto dal bassista (Franck) e dal chitarrista (Flo), che insieme operano a mo' di caterpillar. I riff generati sulla cinque corde sono dannatamente ruvidi ed efficaci, ne è la dimostrazione la potenza che riescono a sprigionare su ogni brano dell'LP. Da non sottovalutare l'intero songwriting, davvero interessante in ogni sfaccettatura. "Incorporate the Excess" è disumano, perché riesce a mettere insieme il meglio dei generi estremi su citati. Se amate gruppi come Burnt By The Sun (RIP), Soilent Green o i Coalesce di "0.12 Revolution in Just Listening" (1999) non fatevi scappare questo lavoro. Gli Stuntman picchiano che è un piacere! Consigliati.

Contatti: stuntmannoise.bandcamp.com/album/incorporate-the-excess

TRACKLISTING: Broken Mirrors Lacerate, The Patriot - the Elite - the Icon, Bag Of Dicks, Horn Of Misery, Roll The Skull, Chaos Shepherd, Scarecrow Warfare.


Nessun commento:

Posta un commento