domenica 19 gennaio 2014

Recensione: OCCULTATOR "Exorcize The Exorcist"
EP 2013 - eternal tombs records




E' passato un sacco di tempo da album seminali come "Welcome To Hell" o "Black Metal", ma fortunatamente grazie a gruppi seri come i messinesi OCCULTATOR il feeling rabbioso dei tempi che furono non è svanito nel nulla, anzi, continua a pulsare maligno attraverso le loro note. Ne è la dimostrazione questo EP "Exorcize The Exorcist". Il gruppo siciliano, in cui è coinvolto il bassista/cantante Damien Thorne (Bunker 66, Fangtooth, Lich, AlterAzione, Deuce, ex-Traumagain, ex live session degli Schizo), il drummer Animal Profanator (ex Exhuman, Fangtooth, Lich) e Painkiller, chitarrista (Fangtooth, ex-Exhuman) rispolvera e arrangia alcune sinfonie demoniache degli '80 che, in questo debutto suonano ancora maledettamente malvagie. Le canzoni sono veloci e catturano in pieno lo spirito "vero" del metal. Forse, di questi tempi, la fede in questo genere musicale si
è un po' indebolita / persa (ovviamente non da parte degli appassionati), complice gran parte della m**** attuale che viene prodotta da svariate etichette underground e che a molti di voi sembra "true"(appunto)! Ma la realtà dei fatti è che bisognerebbe prendere tali formazioni e metterle in relazione con realtà come i nostrani Occultator. Solo così potreste capirete il perché basti poco per far cadere nel dimenticatoio gruppi senza testa né coda. Non credo che agli Occultator importi più di tanto se li amerete/odierete . Questi tre musicisti hanno attitudine sincera, il che è già un pregio. Consigliati ai seguaci che disprezzano ogni corrente mainstream! Uscito a Ottobre 2013.

Contatti: facebook.com/occultator - occultator666@gmail.com

TRACKLISTING: Exorcize the Exorcist (Intro), Fogweaver, Morbid Priest, Cursed Be Thy Name (Lucifer's Lament), Torments of the Undead, Unburied Remains, It's a Long Way to Hell.


Nessun commento:

Posta un commento