giovedì 12 marzo 2015

Recensione: MOONSPELL "Extinct"
2015 - Napalm Records




Avevamo conosciuto i MOONSPELL nel lontano 1995 con la pubblicazione dell'album di esordio "Wolfheart" (Century Media Records), ora, e siamo nel 2015, li troviamo alla corte della Napalm Records e per di più con un nuovo ottimo lavoro, ancor più imprevedibile, intitolato "Extinct". Solo quando si ha avuto il coraggio di osare si può dire di aver fatto qualcosa di veramente importante, perciò bisogna rendere onore a questi portoghesi, capaci di diffondere il proprio 'verbo' con una sconcertante naturalezza. La loro lunga carriera, ricca di tante soddisfazioni, ma anche offuscata da qualche prova meno illuminante, ha consolidato il carattere di chi vuole ancora ammaliare e stupire con il potere della musica. Alcuni di voi potranno esternare espressioni di sorpresa visto il deciso salto in avanti operato dal gruppo capitanato da Fernando Ribeiro, tuttavia tale mossa attesta che molto spesso la qualità si abbraccia alla maggiore accessibilità per penetrare nel Paradiso o nell'Inferno. Dovete sapere, cari lettori di Son of Flies webzine, che i Moospell hanno costruito una storia esaltante foriera di uno degli stili musicali più originali che il Vecchio Continente abbia potuto vantare nel corso del tempo. "Extinct", inoltre, è un full-length topico, ossia indica un preciso spartiacque fra i precedenti capitoli già partoriti e quelli che dovranno nascere nel prossimo futuro. Basta ascoltare le prime tre tracce della tracklist per rendersi conto che l'undicesima Opera non rimarrà assolutamente un'uscita anonima. Il songwtriting di natura "aperta" (mai sottoposto ad alcun tipo di limitazione) e la produzione raggiante, esaltano il fascino delle 10 composizioni, ulteriormente amplificate da arrangiamenti effervescenti. "Extinct" è stato forgiato seguendo dei criteri ben precisi, relativi alla continua sperimentazione strumentale. Quello dei Moonspell è un grido umano articolato ed eccentrico, che si distingue per efficacia e personalità, all'interno di una scena musicale che ha bisogno di altra linfa vitale. Merita di essere acquistato.

Contatti:

facebook.com/moonspellband
napalmrecords.com

TRACKLISTING: Breathe (Until We Are No More), Extinct, Medusalem, Domina, The Last of Us, Malignia, Funeral Bloom, A Dying Breed, The Future Is Dark, La Baphomette




Nessun commento:

Posta un commento