venerdì 19 luglio 2013

Recensione: ONIRICOUS "Ritos Diabolicos"
CD 2013 - razorback records




Tonnellate di materiale metallico franano sul mio cranio ascoltando il riffing / drumming degli spagnoli ONIRICOUS (attivi dal 2011), una band che fa della pesantenza incontaminata un vero marchio di fabbrica. Non è tutto: l'immaginario grezzo e marcio rappresentato dal sound tratteggia perfettamente il carattere dei quattro musicisti. La riuscita discesa di circa trentacinque minuti dimostra quanto la caduta libera, a un certo punto, finisce per puntare ad un obiettivo: raggiungerci per travolgerci. Le 10 tracce del disco (escludendo l'intro) composte con il dovuto ritmo serrato e senza inutili ambizioni da podio, servono soprattutto per non archiviare le caratteristiche del 'true death metal'. Una veloce caduta verticale molto pericolosa. Lo spirito è solido mentre percuote sugli strumenti, era così in passato e per alcuni individui lo è anche oggi.
Il vero metal estremo non è morto e gruppi come questo servono a tenerci svegli o rinfrescarci la memoria sulle origini del genere! Se siete tra quelli che hanno una predilezione / predisposizione per certe sonorità assassine o per gli artwork minimali e orridi, certamente non vi farete sfuggire gli Oniricous. Adesso è tempo di schiacciare 'play' sul vostro stereo affinché il sound purulento dei nostri possa scatenarsi nelle vostre orecchie putrefatte. Ci tengo a precisare che i testi sono tutti cantati in lingua madre. Nei contenuti del debut "Ritos Diabolicos" la semplicità espressiva corre in parallelo con l'efficacia. L'essenza dell' old school death metal non muore mai. Supportateli.

Contatti: facebook.com/Oniricousband - razorbackrecords.com

TRACKLISTING: Intro, El Amuleto, Astrofobos, Reanimador, La Sombra Exterior, Laberinto Astral, Atrapado en un Mundo Onírico, La Abominación de Las Almas, El Fuego Verde, Ritos Diabólicos, El Terror Supremo.


Nessun commento:

Posta un commento