martedì 23 luglio 2013

Recensione: ARMED FOR APOCALYPSE "The Road Will End"
CD 2013 - ironclad recordings




I californiani ARMED FOR APOCALYPSE sono una band decisamente convinta
e caratterizzata da un sound duro, all'altezza delle loro potenzialità. Un'attitudine basata sulla passione per determinate strutture musicali che puntano al sodo. Lo avevano già dimostrato sul precedente "Defeat" del 2009. Lo spazio temporale di quattro anni non li ha certo indeboliti, vista la cattiveria che sprigiona un lavoro come il nuovo "The Road Will End". Il songwriting odierno ha influito in positivo (questo è sicuro) e lo si può ascoltare nelle dieci tracce composte. Chiamatelo sludge metal o come meglio credete... per me è solo "hard music", voglia di far male. Ecco come sintetizzare in poche parole l'espressione grezza / sanguigna degli Armed For Apocalypse e forse il titolo scelto dagli americani segue in maniera logica i contenuti del disco. Onesti e diretti! Il loro suono è accostabile a grandissime formazioni come Superjoint Ritual (la voce di Kirk Williams ricorda spesso l'intoccabile Phil Anselmo), EyeHateGod, Crowbar, Integrity... quindi, fa leva sulla violenza più cieca. Questa "crociata" ha l'unico scopo di rafforzare il carattere dei nostri e forse quello dei rispettivi sostenitori. Odio: questo espelle "The Road Will End". Tonnellate di riff monolitici / ritmiche robuste messe insieme per spaccare ogni cosa. Non bisogna essere dei visionari o lavorare tanto d'immaginazione per addentrarsi nella dimensione asfissiante dei quattro. Tutto rimanda naturalmente alla visione ossessiva delle band su citate,
e forse, è proprio questo il grande limite degli Armed For Apocalypse. Molti potrebbero etichettarli come dei bravi mestieranti. Secondo la mia opinione, serve solo maggiore personalità, ma gli attributi ci sono!

Contatti: facebook.com/armedforapocalypse

TRACKLISTING: The Starting Line Is a Trip Wire, Better Worlds, The Well, Open Wound, Built to Kill, The Road Will End, Worth the Weight, Drawing a Line, Happy Our (Disciple of Death), Ends Meet.


Nessun commento:

Posta un commento