venerdì 26 luglio 2013

Recensione: GORGUTS "Colored Sands"
CD | LP 2013 - season of mist




Anche gli storici GORGUTS fanno ritorno sulla scena estrema dopo svariate vicissitudini compromettenti (non dimentichiamo la triste morte di Steeve Hurdle ex. chitarrista dei deathster canadesi). Emozionanti furono album del calibro di "Considered Dead" (1991), "The Erosion of Sanity" (1993), come il complesso e altrettanto valido "Obscura" del 1998. La maestria della formazione d'oltreoceano emerge nuovamente dalle profondità degli abissi generando uno tsunami di dimensioni catastrofiche. Genio, tecnica, velocità, potenza e furia devastatrice sono il biglietto da visita dei Gorguts. Il loro impatto poderoso si stratifica perfettamente su livelli qualitativi emblematici. Nelle nove tracce del nuovo "Colored Sands" non esistono limiti, a dimostrazione che più il tempo passa e più il gruppo riesce ad affinare la tecnica, ed in questo modo tradurre in musica ogni oscuro sentimento. Non ho mai ascoltato nulla di simile! ...Dall'inizio alla fine l'intero full-length emana vibrazioni inedite, assolutamente intoccabili (provate a sentire le raccapriccianti note di "The Battle of Chamdo"). Insomma, sto parlando di 'veri' ARTISTI. Veramente stupefacenti e difficili da definire con semplici parole. "Colored Sands" rappresenta quasi la perfezione nella sua immensità! E' sicuramente importante avere sempre un modello ideale da raggiungere, in quanto è proprio quella la molla che permette di andare avanti, andare oltre, e di provare, in ogni nuovo disco, a raggiungerlo. I Gorguts hanno assimilato questo metodo da molti anni e lo dimostrano. Qui la musica da sola è in grado di spiegare totalmente la creatività di questi musicisti dandoci un riflesso del loro spessore. "COLORED SANDS" E' SUPERIORE IN TUTTO! Uscita: 30 Agosto 2013 su Season of Mist.

Contatti: gorguts.com - facebook.com/GorgutsOfficial

TRACKLISTING: Le Toit du Monde, An Ocean of Wisdom, Forgotten Arrows, Colored Sands, The Battle of Chamdo, Ennemies of Compassion, Ember's Voice, Absconders, Reduced to Silence.


Nessun commento:

Posta un commento