giovedì 6 febbraio 2014

Recensione: DYING SUN "Transcendence"
DIGITAL ALBUM | CD 2014 - autoprodotto




Dopo l'EP d'esordio "5.125" (2009) e il primo album "12212010" del 2012 ritorna il trio DYING SUN. Gli americani (del Maryland) elevano su alti livelli la loro proposta grazie ad un disco coraggioso e ben strutturato. Dunque "Transcendence" si dirama su sentieri accattivanti, tante melodie distorte e un pizzico di nostalgia per il post doom / metal moderno a la Cult Of Luna. A proposito delle melodie bisogna dire che qui, più che nei vecchi lavori diventano maggiormente introspettive e corali!! Da questo punto di vista bisogna dare i doverosi meriti ai Dying Sun, perché sono davvero esperti nel tracciare le linee guida dello stile raggiunto negli ultimi 4 anni. "Transcendence" ci da la possibilità di saggiare 8 nuove canzoni, complete e ben studiate; un vero fulmine a ciel sereno che mi colpisce in pieno volto, lasciandomi abbastanza stordito (lo affermo in senso positivo!!). Mi basta ascoltare "The Night Sky" o la più lisergica "The Weight Of Time" per rimanere ammaliato dagli affascinanti elementi portati in musica. Quando vi ritroverete ad approfondire l'intero album avrete voglia di farlo girare fino alla fine per immaginare quello che accadrà durante lo scorrere dei minuti (almeno, questo è quello che è accaduto a me). Sinceramente non mi aspettavo una crescita del genere
da parte dei tre, che già ai tempi del debut mi avevano impressionato.

Contatti: dyingsun.us - dyingsun.bandcamp.com - facebook.com/dyingsundoom

TRACKLISTING: Generating The Sphere, The Night Sky, Dead, The Weight Of Time, Stillnes, Of Failing Flesh, We Don't Belong Here, Transcendence (Leaving).


Nessun commento:

Posta un commento