domenica 2 febbraio 2014

Recensione: GAPED "The Murderous Inception"
EP 2013 - lacerated enemy records




Arriva dalla lontana Newcastle (Australia) il musicista Ryan Huthnance. Il ragazzo (mente del progetto GAPED) riesce a colpire dove fa più male servendosi di riff motosega e ritmiche che martellano il cranio come il death metal comanda. Con "The Murderous Inception" si può annusare aria di putrido underground e questo sound è diventato sicuramente la ragione di vita dal 2010, anno in cui Ryan ha fondato tale creatura. I 5 brani inseriti nell'EP risentono marcatamente dei mostri sacri del passato e, la cosa che rende appetibile il lavoro in questione non è solo la perizia tecnica dimostrata da Huthnance (vincente l'approccio sulla chitarra), ma anche la bravura di saper fondere insieme la scuola americana con quella europea. Di questi tempi bisogna essere obiettivi ed onesti: dal genere non possiamo pretendere chissà che cosa, l'importante è ritrovarsi nelle orecchie dei gruppi validi, che sappiano dimostrare personalità. ...E' il minimo! La musica brutale di Gaped scorre in vena come un veleno letale e piacerà sicuramente ai death metaller più affamati. La traccia conclusiva è "Striped, Raped and Strangled", cover dei Cannibal Corpse (eseguita con maestria!!!). Complimenti sinceri Ryan Huthnance! L'EP è disponibile da Dicembre 2013.

Contatti: laceratedenemyrecords.bandcamp.com/gaped - facebook.com/Gaped

TRACKLISTING: Let The Cutting Begin, Succumb, Skin Suit, Whites Of Your Eyes, Realm Of Impurity, Stripped, Raped and Strangled (Cannibal Corpse cover).


Nessun commento:

Posta un commento