lunedì 3 febbraio 2014

Recensione: HAVE A NICE LIFE "The Unnatural World"
DIGITAL ALBUM | CD 2014 - enemies list




Quello degli HAVE A NICE LIFE è un viaggio all'interno di una dimensione post-strumentale, nella quale alcuni di voi potrebbero predisporsi con attenzione. Ciò che colpisce a primo ascolto è la professionalità con cui i nostri riescono ad ampliare il ritmo della loro musica servendosi di una specifica analisi compositiva che quasi sempre va ad insinuarsi nel nero tessuto delle tracce, mettendosi così al servizio dell'emozionalità. Nei suoni espressi ci sono dei chiari riferimenti alla new wave degli '80 ("Defenestration Song" ne è la prova), ma quel sound inconfondibile non va mai ad invadere la predisposizione dei singoli all'innovazione (posso concedetemi il termine!!!). "The Unnatural World" è un ibrido catartico tra strutture ambientali e post rock in grado di superare egregiamente le insostenibili barriere del music business contemporaneo. In questo album l'estro è nel concetto, nel modo di concepire musica, nell'emissione di voci sorde e note minimali, nella particolare esposizione di idee evase dallo spazio. Se avete bisogno di una band diversa nel circuito Shoegaze / Post-Rock / Drone / Ambient, non tralasciateli. Il full-length del duo americano (nato nell'anno 2000 nel Connecticut) è stato pubblicato il 28 Gennaio.

Contatti: haveanicelife.bandcamp.com

TRACKLISTING: Guggenheim Wax Museum, Defenestration Song, Burial Society, Music Will Untune The Sky, Cropsey, Unholy Life, Dan and Tim - Reunited By Fate, Emptiness Will Eat The Witch.




Nessun commento:

Posta un commento