sabato 7 marzo 2020

HUMANITY ECLIPSE "Combat Grind Eclipse" - Goressimo Records




Riuscire ad essere una valida band estrema nel circuito underground nostrano è una grande lezione per tutti gli appassionati di certe sonorità, e questo, a prescindere dalla provenienza geografica. I quattro deathster catanesi hanno le loro buone ragioni per tenere in vita un gruppo nato nel lontano 1997, ma tornato in attività nel 2015 dopo un lungo periodo di pausa iniziato nell'anno 2001 (ai tempi ci furono delle divergenze musicali e professionali). E non è da tutti riuscire a tornare più agguerriti che mai per cavalcare quell'unico fulmine infuocato chiamato "death metal". Quegli intenti, quegli istinti violenti, sono saldati qui a regola d'arte, negli undici brani del nuovo disco pubblicato dalla label polacca Goressimo Records. Come un'attenta rilettura di alcuni imperiosi passi mitologici, il sound dei Nostri è caratterizzato dalla stessa veemenza inaudita, seguendo uno schema ben definito, con frequenti cambi di ritmica, doppia cassa furibonda, blast-beat velocissimi e calamitosi (la vera differenza la fa soprattutto il disumano batterista Salvatore M. Testa); dando così rilievo agli assalti bestiali del chitarrista Giuseppe Virgillito: la sua sei corde, in sintonia con la voce dell'altrettanto velenoso Riccardo Squillaci, ricalca perfettamente gli intrecci tra i riff death metal e quelli del grindcore più tecnico. A dare corpo al songwriting ci pensa il talento del bassista Rick Costantino dei Krigere Wolf. La macchina HUMANITY ECLIPSE, simile ad un fiume di lava in piena, travolge e non lascia scampo proprio a nessuno, dimostrando di non avere nessuna restrizione di sorta. "Combat Grind Eclipse" si candida fin da subito tra le migliori uscite dell'anno in corso, riuscendo a beneficiare di una maggiore compattezza di suoni. Nella tracklist è presente una cover dei Brujeria intitolata "Colas de Rata", brano estrapolato dal full-length "Raza Odiada" del 1995. Per concludere la recensione, vorrei citare il brevissimo monologo inserito nella parte finale della terza traccia "Monument of Atonement": piangete, all'espiazione non si può sfuggire, avranno quello che si meritano.

Contatti: 
humanityeclipse.bandcamp.com/track/combat-grind-eclipse
goressimorecords.com/shop/product.humanityeclipse
facebook.com/HumanityEclipse

Songs:
Progeny of Sarama (strumentale), Combat Grind Eclipse, Monument of Atonement, Trepanning (Extraction of the Stone of Madness), Profession: Meurtrier, Lea the Soup-Maker, Mars' Diaphanoids (strumentale), Escher Straße, Zygrot 24 , Colas de Rata (Brujeria cover), Ved Noize Ende


Nessun commento:

Posta un commento