martedì 22 ottobre 2013

Intervista: ANTIGAMA - "LA CHIAVE DELLA DEVASTAZIONE"






QUANDO IL PRIMO GIORNO DI GIUGNO DECISI DI RECENSIRE IL NUOVO ALBUM DEI POLACCHI ANTIGAMA, RIPORTAI DELLE SPECIFICHE PAROLE: "LA FORMAZIONE NON HA NESSUN CEDIMENTO, TUTTO E' DESTINATO A CROLLARE SOTTO LA LORO ONDA D'URTO!!! ENTRANO IN COLLISIONE CON L'APPARATO UDITIVO PER DISINTEGRARLO TOTALMENTE". BEH... CON QUESTE MIE AFFERMAZIONI PENSO CI SI POSSA FARE UN'IDEA DELL'IMPETO DISTRUTTIVO DEI QUATTRO MUSICISTI DELL'EST EUROPA. "METEOR" E' SICURAMENTE UNO DEI FULL-LENGTH PIU' DEVASTANTI E RIUSCITI DELL'ANNO. DEVO DIRE CHE NON E' STATO FACILISSIMO OTTENERE LE RISPOSTE
A QUESTA INTERVISTA, CONSIDERANDO CHE LA PRIMA MAIL CON IL CHITARRISTA SEBASTIAN ROKICKI RISALE PROPRIO A GIUGNO. RICONTATTANDOLO DIVERSE VOLTE SONO RIUSCITO A MATERIALIZZARE QUESTA BELLA CHIACCHIERATA. COMUNQUE LO RINGRAZIO ANCORA PERCHE' IL SUO RITARDO E' STATO CONDIZIONATO DAI TANTI IMPEGNI DI VITA QUOTIDIANA.

1. Ciao Sebastian. Puoi accennare una rapida biografia degli Antigama?

- Gli Antigama sono una band grindcore proveniente dalla Polonia con 13 anni di esperienza sulla scena. Abbiamo registrato un sacco di musica nel corso degli anni: 6 album, alcuni mini CD e circa una dozzina di split releases. Gli Antigama sono Lukasz Myszkowski - voce, Michal Zawadzki - basso, Pawel Jaroszewicz - batteria, ed io Sebastian Rokicki - chitarra. Antigama è caos controllato.

2. Prima di tutto voglio congratularmi con voi per il vostro ultimo album "Meteor". Allora, qual è la tua opinione su questo nuovo lavoro e quali sono state le reazioni dei fan rispetto agli album precedenti?

- Grazie! Siamo molto soddisfatti di questo album e di tutta la buona rassegna stampa ottenuta dopo la sua uscita. Noi continuiamo a pensare che "Meteor" sia fino ad oggi il disco più potente degli Antigama. I fan sembrano essere molto appassionati di quello che abbiamo fatto in questo lavoro.

3. Qual è stato il processo di scrittura per "Meteor"?

- Sicuramente non è stato facile. Questo disco è stata una sfida e ha richiesto un enorme concentrazione, tanto duro lavoro e tanti sacrifici che da un lato ci legavano dall'altro ci separavano. Abbiamo ottenuto abbastanza da esso e ora siamo più forti come band e come amici.

4. Quanto è importante la produzione dei brani? Siete soddisfatti della vostra per il nuovo disco?

- Sì, siamo molto contenti con la produzione di "Meteor". E' il primo disco senza il produttore/amico di lunga data Szymon Czech scomparso lo scorso anno dopo aver perso la sua battaglia con un tumore al cervello. Abbiamo registrato questo album con Paweł Grabowski nel suo Progresja Studio. Anche Paweł è un nostro caro amico. Lui sa bene come dovrebbero suonare gli Antigama così siamo abbastanza sicuri che la collaborazione tra noi è stata una buona idea per la band.



5. Dopo album come "Resonance" e "Warning" è stato difficile affrontare la costruzione di "Meteor"?

- Niente affatto. I cambiamenti di line-up sono stati necessari per la creazione di qualcosa di nuovo e fresco. Paweł e Michał hanno portato un nuovo tipo di energia nella band e che, unita alla nostra esperienza, ha determinato la totale espressione che si può ascoltare su "Meteor".

6. Che cambiamenti ha avuto la band dall'uscita del precedente lavoro? Sembrate molto veloci ma organici! Come descriveresti il suono/stile di "Meteor"? Ho ascoltato numerose influenze dei Napalm Death...

- "Organico" è una buona parola per descrivere l'atmosfera di "Meteor".
A tratti è un disco sperimentale perché gli Antigama suonano un tipo di "experimental grind". D'altra parte, su "Meteor" c'è un sacco di sound che richiama la vecchia scuola del grindcore. Già, i Napalm Death sono
la mia band preferita, quindi sono abbastanza consapevole dei paragoni
con loro e ad essere onesto sono orgoglioso di questo!

7. Dopo gli ultimi due album, "Resonance" e "Warning", vi siete separati dalla Relapse per accordarvi con i 'grindcore masters' della Selfmadegod Records. Pensi che questo porterà dei cambiamenti sulla vostra carriera?

- L'accordo con la Relapse era finito e tornare a Selfmadegod Records per noi è stato un passo naturale. Quelli della Selfmadegod Record sono stati nostri amici fin dagli inizi della band. Si tratta di un'etichetta molto professionale e dedita. Finora siamo molto felici riguardo il deal con Karol...



8. Al giorno d'oggi, un album per essere "vendibile" ha bisogno di una buona promozione. Sei d'accordo con questo e secondo te qual è il modo migliore per raggiungere questo obiettivo?

- Sì, assolutamente. Non è facile vendere dischi al giorno d'oggi. Gli album, attualmente, sono per lo più indirizzati ai collezionisti come me ahah! Ora, internet è il mezzo più redditizio e personalmente non sono così felice di questo. Sono ancora un fan dei dischi "reali/fisici", non il materiale virtuale con booklets stampati in casa. Viviamo in tempi strani...

9. Pensi che il grindcore sia destinato a crescere?

- Non so cosa dirti. Io sono un fan della vecchia scuola del grindcore e con la musica degli Antigama sto cercando di ottenere quell'atmosfera. Sicuramente il grind non è ancora morto come genere e, anche le band più vecchie della scena stanno andando abbastanza forte, insomma sono ancora i migliori.

10. La Polonia è un vero inferno del metal. Che tipo di sensazione hai vivendo lì?

- La scena polacca è di grandi dimensioni e continua a far bene. E' molto diversa da quello che era 10 anni fa, ma è ancora buona. Noi abbiamo il nostro posto nella nostra scena e perciò è OK con questo.

11. Cosa ci sarà prossimamente per la band? Qualche altro tour, tra cui festivals? Ci sono idee per le prossime nuove canzoni?

- Fare concerti e tour, perché è la cosa più importante ora. Inoltre è stato pubblicato lo split LP/CD di 3 band, noi insieme a Noisear e The Kill. Poi, è in programma un altro 7" con I Total Fucking Destruction!

12. Grazie per l'intervista!

- Grazie a te Christian. Ti porto le mie più GRANDI scuse per l'enorme ritardo nella risposta a questa intervista!



CONTATTI: facebook.com/Antigama

ANTIGAMA line-up:

Lukasz Myszkowski - Voce
Michal Zawadzki - Basso
Pawel Jaroszewicz - Batteria
Sebastian Rokicki - Chitarra

RECENSIONE:
ANTIGAMA "Meteor" CD 2013 - selfmadegod records



Nessun commento:

Posta un commento