martedì 25 marzo 2014

Recensione: PROSTITUTE DISFIGUREMENT "From Crotch To Crown"
CD 2014 - willowtip records




Nel filone del death metal europeo ci sono nuove leve che hanno raggiunto un ottimo status e che fanno ben sperare per il futuro di questa musica. I PROSTITUTE DISFIGUREMENT (attivi dal 2000) non fanno eccezione, infatti il nuovo "From Crotch To Crown" è uno di quegli album che non può essere ignorato dai seguaci più estremi. Le premesse erano più che confortanti, ma l'ultima fatica dei nostri aumenta di qualità rispetto al già buono "Descendants of Depravity" (quarto album pubblicato nel 2008) e perciò ha tutte le caratteristiche per essere considerato un vero e proprio perno nel suo genere. Le 10 tracce che completano questo ritorno discografico abbattono ogni barriera possibile ed immaginabile, portando questi cinque musicisti dei Paesi Bassi ad un livello superiore. La varietà delle canzoni e delle soluzioni scelte permettono alla band di creare un lavoro dinamico e interessante dal punto di vista del songwriting. Ci sono dei passaggi che li avvicinano ad alcuni mostri sacri (Cannibal Corpse?!?!), ma in un campo come questo è piuttosto naturale trovare dei punti di collegamento con i più vecchi della scena. I Prostitute Disfigurement non assumono mai il ruolo di 'mestieranti', perché la loro esperienza riesce ad andare oltre le solite contaminazioni. Non oso immaginare cosa saranno in grado di provocare dal vivo questi ultimi brani.. probabilmente una vera e propria Mattanza! In definitiva sono rimasto più che soddisfatto durante l'ascolto dell'intero full-length e sono felice di suggerirvelo. Quanto di meglio ci si poteva aspettare da un'entità come questa. Letali!

Contatti: willowtip.bandcamp.com/from-crotch-to-crown

TRACKLISTING: Only Taste for Decay, Battered to the Grave, Crowned in Entrails, Dismember the Transgender, Under the Patio, From Crotch to Crown, Glorify Through Cyanide, Set Forth to Annihilate, Compulsive Beheading Disorder, Reduced to Stumps.




Nessun commento:

Posta un commento